Soluzioni e progetti a FORUM PA

REGIONE PIEMONTE - #REGIONI4DIGITALE a FORUM PA 2014

#Regioni4Digitale è il tag che ospita al Forum PA 2014 il Piemonte insieme a Emilia, Veneto e Umbria.

Quattro regioni insieme,  coprotagoniste delle  politiche di sviluppo dell’economia digitale.

3 giorni di promozione e valorizzazione di azioni e progetti, di lavoro collaborativo, di formazione e di networking.

Un programma ricco di eventi, idee e seminari: dall’internet of things, alla costruzione dell’ecosistema digitale e in più la firma di una importante convenzione fra Piemonte, Sicilia, e le loro partecipate per la condivisione di esperienze e soluzioni finalizzate allo sviluppo, alla realizzazione, all’avviamento e alla gestione di sistemi informativi innovativi per il potenziamento della società dell’informazione e dell’e-government nei relativi territori. Un’ occasione per affrontare temi istituzionali, tecnologici, finanziari  e di scambio di know how. L’attore principale di questa convenzione sarà il Riuso,  così come previsto nel Codice dell’Amministrazione Digitale.

Il Piemonte è in prima linea per portare il suo contributo al progetto e si presenta condividendo la sua esperienza sulle politiche di competitività e competenze digitali.

Nello spazio #Regioni4Digitale ci sarà l’opportunità per esplorare l’esperienza open data all’interno dei progetti europei Homer e Open dai e per fare un focus sulle lezioni apprese, parlare delle idee future verso la prossima programmazione. E’ in condivisione inoltre, l’esperienza di successo del primo Hack4med! il primo hackthon tecnologico della PA , dove gli  ingredienti sono stati tutti i dati “open”, provenienti dai diversi portali federati in Homer , ovvero 2.839  datasets disponibili su un unico motore di ricerca costruito dal CSI e già integrato in dati.piemonte.it. insieme alle API costruite con  il prezioso supporto del progetto europeo OPEN-DAI. In occasione di hack4med, sono stati liberati nuovi datasets della sanità: con il riutilizzo di questi datasets il risultato è stato ottimo, 5 Apps dal tema del turismo a quello clean della certificazione energetica,  fino a quello social dell’uso dei dati sanitari per la comparazione dei farmaci nei diversi territori europei. Open mind use open data!

Ed è proprio partendo dall’esperienza open data che adesso si punta ai temi del  big data e internet of things, temi  caldi su cui il Piemonte sta investendo: ne è un esempio il nuovo bando da 7 milioni e mezzo di prossima uscita,  un’esperienza a cavallo fra la nuova e la vecchia programmazione, che darà la possibilità alle imprese, insieme ai centri di ricerca, di acquisire nuove competenze, relative al mondo dell’Internet Of Things e di sostenere lo sviluppo sperimentale di servizi informatici realizzati applicando la metodologia internazionale dei Living Labs.

Un bando che finanzia la realizzazione di progetti pilota territoriali, dove poter sperimentare prodotti e servizi innovativi non ancora disponibili sul mercato, con comunità di reali utilizzatori. Le Imprese sono coinvolte su diverse tematiche e il loro compito sarà raccogliere dati, secondo la logica dell’Internet Of Things, per proporre soluzioni e verrà premiato l’uso collaborativo della piattaforma pubblica regionale “Smart Data Platform” e la valorizzazione dei dati pubblici.

All’interno del bando sono innovativi non solo l’uso massivo di dati, ma anche la possibilità di sperimentare le soluzioni progettate insieme a comunità reali di persone.

I servizi sperimentali potranno, in una fase successiva, essere riutilizzati e ingegnerizzati da differenti attori, compresi gli Enti Locali; i dati raccolti grazie alla piattaforma regionale abilitante, invece, potranno sia aumentare il patrimonio informativo disponibile per le imprese dell’ecosistema in ottica di open data (e quindi riutilizzabile per la realizzazione di ulteriori nuove iniziative), sia arricchire il patrimonio informativo di conoscenza disponibile per la PA in ottica di miglioramento delle politiche di governo e pianificazione.

Il bando si allinea perfettamente con l’obiettivo di sviluppare applicare e validare sul campo prodotti e servizi innovativi, nell’ambito dei temi delle principali politiche europee per lo sviluppo della ricerca e dell’innovazione, coerentemente all’Agenda Digitale europea, nazionale e può diventare un acceleratore della crescita digitale del Piemonte.

Altro importante tema trattato, infine, è quello  dell’Identità Digitale, identificato, a ragion veduta,  come uno dei pilastri dell’Agenda Digitale. Regione Piemonte si candida ad essere un laboratorio di sperimentazione per l’adozione di sistemi digitali per i cittadini, di aumentare la fiducia dei cittadini nei servizi Internet, ivi inclusi i sistemi di pagamento online, facilitando l’accesso ai servizi e abilitando una serie di nuove funzionalità utili sia per i portali della Pubblica Amministrazione, sia per i servizi offerti dai privati, come l’e-commerce.

Nessun voto