News

Commissione Europea lancia progetto pilota su Open Research Data

Tra il 2014 e il 2015 le aree di ricerca incluse nel progetto pilota Open Research Data, previsto in Horizon 2020, riceveranno un finanziamento di circa 3 miliardi di euro. Ma la vera peculiarità del progetto è che prevede la libera condivisione delle informazioni prodotte da ricercatori in numerosi progetti finanziati dall'UE. I ricercatori partecipanti al progetto pilota sono invitati infatti a rendere i dati di base, necessari a validare i risultati presentati in pubblicazioni scientifiche, disponibili per l'utilizzo da parte di altri ricercatori, industrie innovative e cittadini. La Commissione Europea equipara così l’importanza dei dati di ricerca a quella delle pubblicazioni per lo sviluppo scientifico e la crescita economica, e utilizza questo progetto per valutare l’impatto dei fattori limitanti quali la sicurezza , la privacy e protezione dei dati sul processo di condivisione. Il progetto sarà anche utile a capire quali sono gli incentivi migliori allo sviluppo di open data dedicati alla ricerca.

Le aree di ricerca coinvolte nel progetto:

  • Tecnologie future ed emergenti
  • Infrastrutture di ricerca
  • Leadership nelle tecnologie abilitanti e industriali - Tecnologie dell'informazione e della comunicazione
  • Sfide della società: sicura, pulita ed efficiente - parte città e comunità intelligenti
  • Sfida sociale: Azione per il clima, l'ambiente, efficienza delle risorse e materie prime - con l'eccezione di argomenti nel campo delle materie prime
  • Sfida sociale: l'Europa in un mondo che cambia - Società inclusive, innovative e riflessive
  • La scienza con e per la società

Oltre al Open Research Data, il libero accesso alle pubblicazioni scientifiche è ora previsto per tutte quelle risultanti dai progetti finanziati nell’ambito di Horizon 2020. Gli articoli saranno resi accessibili in un archivio ad accesso aperto entro sei mesi dalla pubblicazione (12 mesi per gli articoli nel campo delle scienze sociali e umanistiche).

 

Fonte: Commissione Europea

Nessun voto