News

"Decreto del fare", su siti PA obbligo scadenzario con date uniche: un Dpcm spiega come

Con un Decreto del Presidente del Consiglio il Governo spiega le modalità di pubblicazione delle “date uniche” di efficacia dei nuovi obblighi amministrativi, introdotte con il Decreto del Fare. L’art. 29 fissa infatti in due soli giorni l’anno (1° luglio o 1° gennaio, salvo particolari esigenze di celerità amministrativa) l’entrata in vigore di disposizioni normative e regolamentari e degli atti amministrativi a carattere generale di amministrazioni statali, agenzie ed enti pubblici.

Entro 30 giorni dalla pubblicazione del Dpcm in Gazzetta, su ogni sito web istituzionale delle Pa, nella sezione "Amministrazione Trasparente", dovrà essere creata un’apposita area denominata “scadenzario dei nuovi obblighi amministrativi”, distinguendo tra quelli che hanno per destinatari i cittadini e quelli che riguardano le imprese. Allo scopo di favorire una facile e immediata consultazione da parte dei cittadini, per ogni obbligo dovrà essere indicata la denominazione, una sintesi del suo contenuto, il riferimento normativo e il collegamento alla pagina del sito che contiene le informazioni sull’adempimento e sul procedimento.

“Le amministrazioni dello Stato – si legge nel testo del Dpcm - sono tenute a fissare, salvo casi particolari, la decorrenza dei nuovi obblighi alle date del 1° luglio o del 1° gennaio”. Le altre amministrazioni, per cui non è prevista la novità delle date uniche, sono anch’esse chiamate a pubblicare un riepilogo delle scadenze sul proprio sito internet istituzionale.

“Le amministrazioni dello Stato – si legge sempre nel testo del Dpcm - comunicano tempestivamente i dati relativi ai nuovi obblighi inseriti nello scadenzario, incluso il link diretto alla pagina web, al Dipartimento della Funzione Pubblica via Pec o via email”. Il Dipartimento, sulla base delle informazioni ricevute, pubblica poi sul suo sito un’apposita sezione che riepiloga gli scadenzari in successione temporale, distinti per destinatari e amministrazione competente. Per quanto concerne le altre amministrazioni, i link ai siti con i nuovi adempimenti verranno messi a disposizione dei cittadini attraverso il portale della "Bussola della Trasparenza".



Fonte: Ufficio stampa - Ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione

Your rating: Nessuno Average: 4 (1 vote)