Soluzioni e progetti a FORUM PA

IL MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE A FORUM PA 2013

Il Monitoraggio della realizzazione degli interventi di Mobilità Sostenibile: Il Progetto GIMS a FORUM PA 2013

Stand 12E

Il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM) e l'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI), promuovono sinergicamente progetti e sperimentazioni a livello locale sul tema della tutela ambientale, che testimoniano l'interesse congiunto ad offrire ai Comuni validi strumenti e tecnologie per la gestione efficace degli interventi a tutela dell'ambiente.
Mettendo a frutto l'esperienza maturata negli anni, l'ANCI e il MATTM, in collaborazione con Ancitel S.p.A., hanno avviato nel 2011 il Progetto GIMS, Gestione degli Interventi di Mobilità Sostenibile, finalizzato al monitoraggio contabile-amministrativo e ambientale degli interventi di mobilità sostenibile cofinanziati dal Ministero dell’Ambiente attraverso il Fondo mobilità sostenibile.
Il Progetto si è concretizzato in primo luogo con la realizzazione del Sistema Acquisizione Rendiconti (SAR) realizzato nell’ambito della presente iniziativa e operativo dal 2011, che permette ai Comuni beneficiari del Fondo di rendicontare via web gli Stati di Avanzamento dei Progetti e al Ministero di verificare e validare la completezza dei dati e dei documenti oggetto delle rendicontazioni, favorendo in tal modo il processo di dematerializzazione della PA. Il Sistema Acquisizione dei Rendiconti prevede infatti un insieme di funzionalità che permettono ai Comuni di inserire e documentare lo Stato di Avanzamento del Progetto (SAP), ed in particolare i dati economici (rendicontazione contabile) sottoposti a controlli automatici di validità e di congruenza, generando nel caso appositi messaggi di errore e gli elementi descrittivi (Relazione sulle attività svolte) dell'intervento in essere. Una volta completata la fase di invio di tutti i dati, il Sistema genera la relazione da stampare, firmare e inviare al MATTM. Dopo aver immesso e consolidato i dati di rendicontazione, essi sono visionabili dagli incaricati del MATTM che, in caso di verifica positiva approvano i dati e in caso di verifica negativa possono indicare al Comune i dati da modificare e/o controllare.
Nell’ambito dell’iniziativa è stato inoltre realizzato l’Applicativo di Valutazione di Efficacia Ambientale degli interventi di Mobilità Sostenibile, finalizzato a valutare gli impatti di natura ambientale degli interventi implementati dai 105 Comuni beneficiari del cofinanziamento in termini di variazione delle emissioni inquinanti e dei consumi di carburante, nonché la variazione dei comportamenti di mobilità indotta nel contesto cittadino e negli utenti delle infrastrutture o dei servizi implementati. L’applicazione web elabora, sulla base di metodologie standardizzate, i dati immessi dai Comuni beneficiari indicanti la situazione precedente l’implementazione dell’intervento (valori di riferimento “ex-ante”) e la situazione successiva l’implementazione dell’intervento (dati “ex-post”). La prima fase (“ex-ante”) è finalizzata a definire uno scenario di riferimento attraverso cui stimare gli impatti ambientali degli interventi e il raggiungimento degli obiettivi stabiliti a priori, mentre la seconda (“ex-post”) è finalizzata a definire l’evoluzione delle condizioni ambientali e quindi a valutare i risultati raggiunti con la realizzazione dell’intervento. Per l’analisi dei risultati è stato definito un set di 13 indicatori, focalizzato su settore ambientale, settore energetico e settore trasporti, individuato per ciascuna delle 9 tipologie di intervento ammesse al cofinanziamento: servizi e infrastrutture che favoriscano l’uso del mezzo pubblico, potenziamento e sostituzione flotta del TPL con veicoli a basso impatto ambientale, razionalizzazione distribuzione merci in ambito urbano, parcheggi di interscambio, carburanti a basso impatto ambientale, mobility management, servizi integrativi al TPL quali il car pooling e car sharing, mobilità ciclistica , sicurezza degli utenti deboli della strada.
In occasione del Forum PA 2013, i tre attori presentano i dettagli del Progetto GIMS e i risultati conseguiti con particolare riferimento all’applicativo per la Valutazione di efficacia Ambientale degli interventi, mettendosi a disposizione di quanti desiderino approfondirne le caratteristiche tecniche e funzionali.

 

 

Nessun voto