Espositori informano

Nuvole virtuali, persone reali. L’esperienza dell’Ulss 8 di Asolo nel cloud computing a FORUM PA 2012

Numerosi eventi ed iniziative fanno da corredo alla tradizionale partecipazione dell’azienda socio-sanitaria di Asolo a Forum Pa, in cui saranno presentati due servizi sanitari rivolti ai cittadini e realizzati in cloud computing: la telecardiologia e la Portabilità individuale clinica.

Comunicato Stampa. L’Ulss 8 di Asolo rinnova anche quest’anno la propria presenza alla XXIII edizione di Forum Pa, la Mostra Convegno dell'innovazione nella PA in programma dal 16 al 19 maggio presso le Fiere di Roma.
In linea con il tema generale di questa edizione, che si focalizza sull’open government, l’Ulss 8 presenterà la propria esperienza nell’ambito del cloud computing in sanità, che, di fatto, realizza il paradigma di una Pubblica amministrazione aperta.

Antesignana del cloud computing in sanità, l’Ulss di Asolo già da qualche anno ha intravisto nel “cloud” lo strumento migliore per fornire ai cittadini servizi ehealth di crescente qualità ed economicamente sostenibili.
A loro è principalmente indirizzata la scelta di investire nel cloud grazie al quale viene data la possibilità sia di utilizzare servizi e-health (referti online, fascicolo sanitario elettronico, prenotazioni online) già esistenti sia di fruirne di nuovi (come quelli nel campo della telemedicina) con maggiore flessibilità, semplicità e rapidità.

La partecipazione dell’Ulss 8 a Forum Pa sarà l’occasione per presentare due servizi sanitari rivolti ai cittadini e già gestiti con il paradigma del cloud computing: la telecardiologia ed il Pic, la portabilità individuale clinica.

La telecardiologia offre un servizio clinico che permette il monitoraggio a distanza dei soggetti con patologie cardiologiche da parte dei medici di famiglia e dei cardiologi ospedalieri ed un maggiore livello di assistenza a garanzia della continuità della cura.
Questo sistema è possibile grazie ad un dispositivo elettronico, che viene consegnato all’assistito e con cui avviene la rilevazione periodica di tutti parametri vitali più importanti.
I dati rilevati vengono registrati ed immediatamente trasmessi in sicurezza alla cartella clinica del paziente sul cloud, ottenendo da subito le informazioni per la consultazione da parte del medico, anche ad una distanza di centinaia di chilometri.
In questo modo i medici possono tenere sotto controllo costantemente i propri pazienti e, se necessario, adeguare la terapia e prescrivere farmaci a distanza, evitando impegnativi ricoveri in ospedale.

Il secondo servizio “sulla nuvola” realizzato dall’Ulss 8 è il Pic che permette agli assistiti di accedere e consultare dal portale dell’Ulss 8, attraverso una password personale, l’intero fascicolo sanitario elettronico (immagini e documenti testuali relativi ad esami diagnostici, referti digitali, cartelle cliniche di ricovero, esami di laboratorio, verbali di pronto soccorso),
Questo è reso possibile grazie ad un processo per cui i dati sanitari vengono dislocati nella “nuvola tecnologica”, con un sistema che garantisce sicurezza, flessibilità e velocità.
Il Pic è disponibile in quattro lingue (italiano, inglese, tedesco e spagnolo è garantito), in ogni momento e da qualsiasi parte del mondo.

L’esperienza presentata dall’Ulss 8 a Roma sarà supportata da numerose attività collaterali di approfondimento attorno al tema del cloud computing. Due eventi di elevato spessore sono previsti per la giornata di mercoledì 16 maggio. Dalle 15 alle 18 l’Ulss 8, in collaborazione con Forum Pa, organizza il seminario “Cloud computing per la sanità digitale: dalle applicazioni alle regole”, ulteriore evoluzione dei precedenti convegni che si erano focalizzati sugli aspetti economici ed applicativi del nuovo paradigma.
In serata, alle 19.30, invece, l’Ulss 8 accoglierà i propri invitati presso l’Ara Pacis di Roma, dove sarà presentato un testimonial europeo dell’innovazione ICT, il nuovo e-book sul cloud in sanità, un trailer sull’e-health.
L’attività di approfondimento - peraltro già portata avanti dall’Ulss 8 nel corso dell’ultimo anno sia nel territorio nazionale, che internazionale - proseguirà presso stand posizionato nel Padiglione 7 (2/A).

Lo stesso stand richiama l’impegno dell’Ulss 8, presentando i simboli delle 5 città che hanno costituito le tappe del percorso di promozione del cloud: Castelfranco Veneto dove si è svolto il primo convegno internazionale sul cloud computing in sanità, Bruxelles con la partecipazione a Global Forum, Roma, dove è stata presentata la Carta di Castelfranco presso la John Cabot University, Gerusalemme, dove si è svolto un convegno si approfondimento e Stoccolma, dove l’Ulss 8 è stata invitata a presentare la propria esperienza.

Presso lo stand sono previsti cinque appuntamenti speciali: alcune “free table”: giovedì 17 maggiore alle 10.30 sulla telecardiologia in cloud computing e alle 15.30 su “Big Data: una risorsa dall’e-health”; venerdì 18 maggio alle 10.30 su sulle Smart city e le applicazioni mobile in sanità.
Venerdì 18 maggio alle 13.30 verrà invece presentato l’e-book “Cloud computing per la sanità” realizzato dall’Ulss 8 ed edito da “Il Sole 24 ore”, mentre sabato 19 maggio, alle 10.30 sarà annunciato il seminario Global Forum di Stoccolma “Cloud computing for ehealth, a new framework”, previsto il prossimo novembre e a cui l’Ulss 8 è stata invitata a partecipare.

Ufficio stampa Ulss 8
stampaulss8@gmail.com
Cell.3346005059 - 3204355807
Fax 334.08222423  

Nessun voto