News

Open data: è on line anche il Comune di Bologna

È on line da ieri, 5 aprile, il sito OpenData del Comune di Bologna, in cui saranno pubblicati via via i dati dell’amministrazione in formato aperto. Obiettivo del progetto, realizzato nell'ambito di Iperbole 2020, è potenziare la trasparenza e la partecipazione attiva dei cittadini. Grazie agli open data aziende, associazioni e cittadini potranno utilizzare e valorizzare i dati dell'Amministrazione comunale, migliorando l’accessibilità delle informazioni e sviluppando nuove applicazioni a beneficio di tutta la comunità.

Come sottolineato in una nota del Comune di Bologna: “L’apertura delle banche dati pubbliche è uno dei modi per aumentare la trasparenza, l'innovazione e l’efficienza dell’amministrazione pubblica ed è un’opportunità per creare servizi a valore aggiunto per migliori, e più differenziate prestazioni, e una più dinamica crescita economica. Il progetto OpenData del Comune di Bologna prevede che a scadenza regolare vengano resi pubblici nuovi dati aggiornati sul sito web fruibili, tecnicamente aperti e collegabili”. E ancora “Il percorso progettuale OpenData del Comune di Bologna che coinvolge, a livello interdipartimentale, tutta l'Amministrazione intende favorire e stimolare, in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, le imprese e la società civile, lo "sfruttamento intelligente" del patrimonio informativo pubblico”.

Con questi obiettivi è on line da ieri, 5 aprile 2012, il sito OpenData del Comune di Bologna, in cui saranno pubblicati via via i dati dell’amministrazione in formato aperto.

Di particolare interesse il "Data base Gestionale del grafo stradale e dei numeri civici geo" che permette l'acquisizione, la registrazione, l'analisi, la visualizzazione e la restituzione di informazioni derivanti da dati geografici geo-riferiti con i dati associati a tabelle con attributi molto richiesti, soprattutto dai tecnici e dai professionisti.

L’accesso web al data base vettoriale ha previsto fino ad oggi il pagamento dei costi di estrazione, elaborazione e riproduzione per il ritiro dei dati allo sportello. Oggi invece, aderendo alla filosofia dell'accessibilità e dell'apertura dei dati, il Comune (Delibera di Giunta 48067/2012 del 6/03/2012) rende disponibili a chiunque acceda al web, in formato libero, i dati cartografici in suo possesso, come la rappresentazione degli edifici, delle strade e della numerazione civica utili, ad esempio, per analisi riguardanti le dinamiche territoriali, i bacini d’utenza e le distribuzione delle attività commerciali.

Your rating: Nessuno Average: 4 (1 vote)