Articolo

Andigel: le proposte dei direttori generali per vincere la sfida dell’innovazione

La XIII Assemblea nazionale Andigel, che si è tenuta a Bologna il 24 e 25 febbraio scorsi, ha eletto Mauro Bonaretti, direttore generale del comune di Reggio Emilia, come suo nuovo Presidente. Vi proponiamo le tesi approvate dall'Assemblea con le proposte dell'Associazione per rispondere alle sfide di innovazione che l'attuale momento di crisi impone alla pubblica amministrazione.

"Quale autonomia per quale Paese? - Il ruolo degli Enti locali per la ripresa, lo sviluppo, la coesione sociale”: questo il titolo del convegno con cui, il 24 febbraio scorso, si è aperta a Bologna la XIII Assemblea Nazionale di Andigel, l’associazione che riunisce i city manager delle città italiane e i direttori generali delle province. I materiali del convegno, organizzato in collaborazione con il Comune di Bologna e con FORUM PA, sono disponibili sul sito di Andigel. Dopo il convegno e il giorno successivo si è svolta invece la vera e propria Assemblea, riservata ai soli soci, che ha eletto Mauro Bonaretti, direttore generale del comune di Reggio Emilia, come suo nuovo presidente. 

Bonaretti è direttore generale del Comune di Reggio Emilia dal 2005 e proviene da una solida esperienza di innovazione nella PA sviluppata prima nella consulenza e poi, per sei anni, presso il Ministero della Funzione Pubblica, dove ha curato e diretto molti dei progetti di punta tra cui “Cantieri”, l’iniziativa di promozione e diffusione della cultura dell’innovazione nelle amministrazioni centrali e locali. L’Assemblea ha eletto anche i due Vice Presidenti che, per i prossimi due anni di mandato, saranno Marco Agostini, Direttore generale del Comune di Venezia, e Antonio Calicchia, Direttore generale della Provincia di Roma.

Mauro Bonaretti ha confermato l’impegno dell’associazione per la difesa e la crescita dell’autonomia degli enti locali, chiamati a sempre più gravose responsabilità in questi tempi di crisi. L’obiettivo è sviluppare l’associazione aprendola alla dirigenza apicale degli enti e alle altre figure di vertice delle amministrazioni, rinforzandola nella sua struttura organizzativa, consolidando i rapporti con le associazioni delle autonomie locali, in specie ANCI e UPI.

“Le sfide di innovazione che abbiamo di fronte – si legge nelle tesi congressuali del Presidente – richiedono soluzioni attuative complesse. I molti che saranno chiamati ad intervenire per trasformare il Paese possono trovare in ANDIGEL un punto di riferimento per confrontare le pratiche, per assumere informazioni importanti per il proprio lavoro, per avere un benchmarking concreto per il proprio operare. ANDIGEL cioè può rappresentare un punto di riferimento importante e concreto per tutti coloro che sono impegnati nel cambiamento istituzionali e non possono affrontare isolatamente questioni di quella complessità”.

“ANDIGEL – prosegue il documento – crede in una Pubblica Amministrazione che si modifica, che cambia e si adegua per restituire benessere alla comunità. Una Pubblica Amministrazione che ha quindi bisogno di autonomia per non intralciare il processo di adattamento continuo in sincronia con il muoversi dei bisogni della città, che ha lo scopo di tradurre politiche in azioni concrete, misurate dalla stessa comunità a cui sono destinate e che richiede al suo vertice gestionale e nelle posizioni dirigenziali, competenze in grado di orientare la struttura all’azione e all’efficienza, misurandone costantemente il miglioramento. ANDIGEL è la comunità dove le esperienze verso questa Pubblica Amministrazione in movimento, si incontrano e si rendono disponibili alla comunità di pratica della dirigenza apicale delle amministrazioni.”

LE TESI APPROVATE DALLA XIII ASSEMBLEA ANDIGEL

Di seguito l’elenco delle tesi, che pubblichiamo integralmente in allegato

1. Le Amministrazioni pubbliche al servizio delle sfide dell’Italia

  • Le priorità del Paese
  • La gestione dell’innovazione
  • Il capacity building come condizione per l’innovazione
  • Il valore del management pubblico

2. Le strategie per mettere le amministrazioni in condizioni di innovare

  • L’ autonomia
  • Mettere ordine e semplificare la vita delle amministrazioni
  • La dirigenza
  • La legalità e la trasparenza amministrativa

3. Lo spazio strategico di ANDIGEL

  • Voce professionale nei processi decisionali
  • Punto di riferimento per le pratiche
  • Punto di riferimento culturale

4. Le scelte associative

  • Apertura alla dirigenza di vertice
  • Rafforzare le relazioni istituzionali
  • Investire sui servizi
  • Strutturare l’associazione

 Scarica le Tesi in formato pdf

Your rating: Nessuno Average: 5 (1 vote)