Editoriale

E' con l'innovazione che si può e si deve recuperare efficienza e produttività

Così scrive il Ministro della Pubblica Amministrazione e della semplificazione, Filippo Patroni Griffi nella sua lettera con cui ha presentato la prossima edizione di FORUM PA ai vertici delle amministrazioni e delle principali aziende di tecnologie e servizi avanzati.
Siamo in momenti difficili, inutile negarcelo, ma il motore della nostra azione è proprio questa comune convinzione: che si possa uscire dalla crisi solo con più innovazione e con più impegno. Altrettanto concordiamo con il Ministro quando ci invita a fare di FORUM PA sempre più un’occasione non di rappresentanza, ma di utile aggiornamento e necessaria formazione [a tal proposito vi segnalo una piccola guida che abbiamo scritto proprio per comunicare le occasioni di quest’anno]. Vista la consonanza degli obiettivi, in questo editoriale mi faccio quindi da parte e do la parola alla lettera del Ministro:

Dal 16 al 19 maggio prossimi – scrive il Ministro - si svolgerà a Roma la ventitreesima edizione del FORUM PA, la mostra convegno che si tiene ogni anno sotto l’alto Patronato del Presidente della Repubblica e con la promozione del mio Ministero affiancato dall’ANCI, Associazione Nazionale dei Comuni Italiani. La manifestazione sarà l’occasione per un confronto tra governo centrale, regioni, enti locali, sistema delle imprese, mondo dell’università e della ricerca, terzo settore, cittadinanza organizzata, sui principali temi che concernono l’innovazione nell’amministrazione pubblica e nei sistemi territoriali.

Il FORUM PA 2012 si situa in un particolare momento della vita della Repubblica, quando la crisi economica globale fa sì che le misure volte a migliorare l'efficienza dei servizi offerti dalle amministrazioni pubbliche siano sempre più centrali per il sostegno della crescita, perché migliorare i servizi vuol dire migliorare il prodotto delle prestazioni amministrative, contestualmente migliorando l'outcome di contesto, e quindi l'impatto dell'attività amministrativa sullo sviluppo del Paese.
FORUM PA 2012 sarà segno tangibile di questo sforzo e momento di incontro e di confronto delle reti di istituzioni, di imprese e di cittadini che lavorano insieme in un ritrovato clima di condivisione degli obiettivi ultimi da perseguire e dei passi necessari per centrarli: quelli, cioè, di un'amministrazione, al contempo, democratica, autorevole, imparziale, efficiente, responsabile, all'altezza delle sfide che il Paese deve affrontare, volano della competitività del sistema, quindi, giammai  fattore di ostacolo dello sviluppo e della crescita sociale ed economica. 

I grandi temi sul tappeto della prossima edizione spaziano dal settore del lavoro pubblico per un’ottimizzazione delle performance e un’adeguata valorizzazione delle professionalità  a quello della selezione, formazione e status del funzionario pubblico; alla riorganizzazione e innovazione nelle strutture, negli apparati e nei processi attraverso una politica di innovazione organizzativa, gestionale e tecnologica; all’intensificazione degli sforzi verso un “open government” che garantisca trasparenza e accountability ; alle politiche di semplificazione per la riduzione degli oneri burocratici a carico di cittadini ed imprese.

La crisi economica e le restrizioni nella finanza pubblica impongono a tutti un grande senso di responsabilità nell’uso delle risorse: ma è con l’innovazione che si può e si deve recuperare efficienza e produttività così che il settore pubblico possa contribuire fattivamente a far uscire dalla crisi un Paese più forte e competitivo. 

Su queste basi FORUM PA 2012, che sempre più è divenuto negli anni un’utile occasione di lavoro, di aggiornamento e di formazione, potrà essere un’opportunità per tutti gli innovatori della PA e delle imprese che l’accompagnano sulla strada della modernizzazione, favorendo lo sviluppo di quella rete di soggetti pubblici e privati che costituiscono l’asse portante di qualsiasi cambiamento. Auspico quindi un’adesione attiva e propositiva al FORUM PA degli Enti e delle Amministrazioni dello Stato, delle Regioni e delle Autonomie locali e funzionali, delle aziende innovative, delle associazioni della cittadinanza organizzata e del terzo settore.

Nel porgere i più cordiali saluti e un augurio di buon lavoro mi è gradito comunicare che il Dipartimento della Funzione Pubblica e la Segreteria Organizzativa rimangono a disposizione per eventuali quesiti o informazioni.

Filippo Patroni Griffi

 

Your rating: Nessuno Average: 4.8 (5 votes)

Commenti

efficienza e produttività

Perchè separate i due concetti efficienza e produttività? Per la pubblica amministrazione, a parte forse gli ospedali, sono due facce della stessa medaglia : IL PERSONALE