Articolo

Una jam session per l'innovazione: l'Agenzia dell'Innovazione dà appuntamento on line per il 13 e 14 settembre

La strategia per l’innovazione di un paese non può essere calata dall’alto, ma deve riuscire a raccogliere tutte le idee e gli spunti positivi generati “dall’intelligenza collettiva”. L’Agenzia dell’Innovazione ha fatto propria questa visione e ha organizzato un “megaevento” dedicato a raccogliere proposte da presentare ai decisori politici. L’appuntamento è per il 13 e 14 settembre su www.innovatorijam.it

Incentivare l’emergere delle idee innovative attraverso una consultazione/conversazione che coinvolga giovani imprenditori, ricercatori e protagonisti dell'innovazione nei Parchi Scientifici, nei distretti, negli Incubatori universitari, ma anche rappresentanti delle associazioni, del terzo settore e della finanza, amministratori locali e cittadini. È l’obiettivo dell’iniziativa Innovatori Jam 2011 che l’Agenzia per l’innovazione ha organizzato per il 12 e 13 settembre. 40 ore di brainstorming on line, utilizzando la piattaforma Jam di IBM, intorno ai grandi temi della collaborazione tra ricerca e impresa, tra istituzioni locali e finanza privata, tra innovazione nella pubblica amministrazione e ruolo del mercato, al fine di trovare soluzioni, idee e buone pratiche che rispondano in modo concreto alle grandi domande che lo scenario globale pone al nostro Paese.

L’evento che si articolerà dalle ore 8.00 del 13 settembre alle 24.00 del 14 settembre e sarà organizzato in 10 forum tematici i cui argomenti verranno decisi in base alle indicazioni emerse da un pre-consulto con la comunità dei partecipanti. Ad animare i 10 forum sia le persone dell’Agenzia dell’Innovazione sia un folto gruppo di “volontari” radunati presso un’apposita jam room situata a Milano.

Affinché ogni tipo di contributo ed ogni intervento possa essere valorizzato al meglio si è ricorsi all’utilizzo della tecnologia. Jam consentirà, infatti, di gestire la discussione in contemporanea di 20.000 partecipanti, ma i vantaggi più rilevanti derivano dagli strumenti semantici presenti nella piattaforma. “Nel corso dell'evento - spiega Pietro Leo, specialista dell'Ibm - Jam analizzerà le parole scritte dai partecipanti, individuerà gli interventi che contengono le stesse parole e li collegherà in gruppi omogenei per argomento. Successivamente, in post-produzione, potrà affinare l'analisi tenendo conto anche dei sinonimi e delle parole di analogo significato anche se usate al singolare o al plurale”.

I risultati di questo esercizio di raccolta di idee ed esperienze verranno presentati dopo circa un mese, intorno a metà ottobre. Come sottolinea il Direttore Generale dell’Agenzia Mario Dal Co: “Sarà la prima volta, non solo in Italia, che si realizza una consultazione di una comunità di persone così ampia e al tempo stesso così impegnata professionalmente nel campo dell'innovazione, per quello che vorremmo diventasse un appuntamento annuale”.

Si può partecipare al JAM iscrivendosi singolarmente tramite il form all’indirizzo www.innovatorijami.it oppure come community, richiedendo l’adesione al seguente indirizzo infojam@innovatorijam.it

 

Your rating: Nessuno Average: 5 (2 votes)