News

Cooltura vince il concorso Ideamocracy

Si chiama “Cooltura”. E’ il titolo dell’idea vincente, su 62 concorrenti, premiata al concorso “Ideamocracy”, lanciato dalla Regione Emilia Romagna per favorire la partecipazione alla vita politico-istituzionale. Miscela di “cool” (forte, in slang inglese) e cultura, il progetto propone una piattaforma web e un’applicazione smartphone da collegare ai social network per facilitare la partecipazione dei cittadini ai progetti culturali della regione.

Dietro a questa idea, firmata da Annalisa De Luca e Martina Luzzi (Roma), si sono piazzate altre quattro idee. “Askzepippol”, di Luigi Balma (Bologna), propone un’applicazione smartphone e web con la quale i cittadini possono seguire e votare gli argomenti al’ordine del giorno dell’Assemblea legislativa.

 

L’idea di Fabio Scalese, Raffaele La Gala e Vincenzo Renzulli (Napoli e Salerno) è invece “Emilia-Romagna e-cologica”. L’idea è quella di un portale web integrato con i social network, con un social game per rivoluzionare la raccolta differenziata dei rifiuti non organici: prevede anche un car pooling, uno sconto fiscale e la decisione a cosa destinare le risorse risparmiate tramite “e-voting”, un voto elettronico.

 

Stefano Ascari, di Modena, ha invece lanciato “Say it cloud”: un sistema geolocalizzato attraverso il quale i cittadini formulano commenti, proposte e segnalazioni di disservizi sul contesto urbano.

 

Infine “Mappe elettorali”, di Mario Marcello Verona (Cagliari), mette a disposizione via web un sito dove poter consultare e maneggiare con diversi grafici e criteri i risultati elettorali di amministrative, politiche ed europee, anche con mappe georeferenziate. Al vincitore vanno tremila euro. Agli altri, quattro Ipad.

 

I vincitori del concorso sono stati premiati venerdì alla Sala Borsa di Bologna da Lorenzo Broccoli, direttore generale ai Sistemi informativi e telematica della Regione Emilia-Romagna, nel corso dell’incontro dal titolo “Idee in circolo: i media sociali per la promozione della partecipazione e dei territori”, organizzato in collaborazione con TagBOLab, il Laboratorio di marketing territoriale nel web 2.0 dell'Università di Bologna.

 

La giuria che ha selezionato prima 14 progetti e poi i 5 vincenti, è composta da Gianluca Dettori, fondatore e presidente di dPixel, Riccardo Luna, direttore di Wired, Linnea Passaler, fondatrice di pazienti.org e imprenditrice “social-tech”, Augusto Pirovano, ideatore di CriticalCity Upload, primo gioco di trasformazione urbana in Italia. E poi Carlo Ratti, architetto ed ingegnere, docente al Mit dove dirige il SENSEable City Lab.

 

Delle 62 proposte arrivate, la maggior parte provenivano da Bologna e dall’Emilia-Romagna, ma si sono registrate molte proposte anche da altre regioni. Tutti i progetti che hanno partecipato sono consultabili sul sito http://ideamocracy.it/ .

 

Il concorso “Ideamocracy” è stato promosso dalla Regione Emilia-Romagna tramite il Servizio Comunicazione ed educazione alla sostenibilità.

Nessun voto