Soluzioni e progetti a FORUM PA

ENEA a FORUM PA 2011

L’ENEA ha partecipato a FORUM PA 2011, ospite nello stand di AGESI (Associazione Imprese di Facility Management ed Energia). I due enti hanno realizzato insieme il  Progetto Lumière, ampiamente illustrato nel corso della manifestazione, insieme a Minos System, un sistema avanzato di telegestione dell’illuminazione esterna.
Padiglione 7 stand 17 C

Di seguito una descrizione dei progetti presentati a FORUM PA 2011 sulla base del materiale fornito da ENEA:

PROGETTO LUMIÈRE
Si tratta di un progetto di Ricerca e Trasferimento strutturato da ENEA, con l’obiettivo di promuovere l’efficienza energetica nel settore dell’illuminazione pubblica ed in particolare favorire la riduzione dei consumi di energia elettrica degli impianti d’illuminazione dei Comuni.
Dunque un progetto dedicato a loro e ai loro amministratori, al fine di supportarli nella programmazione e realizzazione d’interventi di efficientamento degli impianti d’illuminazione pubblica e nell’acquisizione di una maggiore competenza e consapevolezza nella gestione energetica del territorio.
Un progetto in realtà non solo rivolto e dedicato principalmente ai sindaci e loro amministratori, ma al quale sono invitati ad aderire e collaborare tutti coloro che direttamente o indirettamente operano nel settore e s’identificano in promotori della sostenibilità ambientale.
In particolare il progetto prevede:
  • Coinvolgimento degli stakeholders industriali per individuare un cluster di tecnologie che consenta di sviluppare una piattaforma tecnologica integrata, da assumere a modello tecnologico d’illuminazione pubblica efficiente di riferimento.
  • Realizzazione e applicazione presso un paese Pilota, rappresentativo della realtà nazionale, del modello tecnologico di riferimento individuato per la realizzazione d’interventi di riqualificazione energetica nel settore.
  • Creazione di un network dei Comuni quale punto d’incontro tra l’attività di ricerca e le amministrazioni comunali.
  • Creazione di una rete di fornitori di servizi energetici (Esco, Multi- Utilities…) per la definizione degli standard di riferimento economico/finanziari per la realizzazione del modello individuato.
  • Creazione di una cabina di regia con partner istituzionali ed associazioni industriali super partes.
  • Diffusione, formazione e trasferimento sul territorio delle conoscenze e competenze acquisite.
  • Elaborazione di linee guida del modello tecnologico individuato e dei relativi standard di riferimento economico/finanziari presso i 2245 Comuni contattati.
  • Analisi dei dati raccolti mediante gli audit energetici e l’indagine realizzata presso i Comuni aderenti al progetto e creazione di un apposito database.
Il percorso tecnologico si riferisce alle tecnologie che il Comune dovrà individuare, applicare ed utilizzare al fine di rendere più efficiente, sia da un punto di vista energetico sia qualitativo, il proprio apparato d’illuminazione pubblica. Prevede dunque la progettazione, l’applicazione e la verifica, presso un paese scelto quale pilota, di un impianto sperimentale d’illuminazione pubblica efficiente al fine di pervenire alla definizione di un Modello tecnologico standardizzato di riferimento, realizzato grazie all’integrazione di differenti tecnologie innovative e/o sperimentali e confezionato su misura della realtà comunale nella veste di prodotto finito facilmente replicabile.
Il paese pilota individuato è il Comune di Marcallo con Casone, comune dell’hinterland milanese di circa 6000 abitanti e con un’area geografica di 8,1 Kmq. L’obiettivo è quello di invitare ed istruire altri Comuni affinché siano in grado di programmare e replicare l’esperienza.
 
I vantaggi per i comuni aderenti
Sono stati individuati 2245 Comuni con popolazione compresa tra i 5000 e i 50.000 abitanti (Istat 2007) che saranno invitati ad aderire al progetto. L’obiettivo è agevolarli a promuovere e realizzare interventi di riqualificazione energetica dei loro impianti d’illuminazione delle strade.
Lumière è un progetto che risponde alla necessità dei Comuni di voler e dover ridurre i consumi energetici degli impianti d’illuminazione pubblica la quale, oggi, costituisce una delle voci maggiori della loro spesa energetica. La consapevole gestione energetica del territorio e la puntuale programmazione d’interventi di riqualificazione energetica e manutenzione degli impianti d’illuminazione costituiscono la soluzione all’eccessivo e mal controllato consumo energetico del settore.
L’adesione al Network Lumière, dunque, mette in grado il Comune di poter programmare azioni di riqualificazione energetica dei propri impianti e quindi ridurre i consumi energetici ed i relativi costi, ridurre le emissioni di CO2 in atmosfera, acquisire una maggiore conoscenza dell’impianto e in ultimo una maggiore consapevolezza e competenza nella gestione energetica del territorio.
 
MINOS SYSTEM
Presso lo stand di ENEA è stato possibile approfondire anche la conoscenza di Minos System, il sistema più avanzato di telegestione dell’illuminazione pubblica ed esterna. Basta un “click” per monitorare costantemente lo stato degli impianti, conoscere in tempo reale il dettaglio dei guasti, decidere con flessibilità come, dove e quando accendere, spegnere o ridurre il flusso luminoso del singolo punto luce. Compatibile con qualsiasi impianto esistente, Minos System è la soluzione ideale per risparmiare energia, ridurre l'inquinamento atmosferico e luminoso, garantire efficienza e qualità del servizio.
Minos System aiuta a rispettare l’ambiente e gli obiettivi fissati dal Protocollo di Kyoto. Attraverso il risparmio energetico e la programmazione degli interventi di manutenzione, limita il consumo di combustibili fossili contribuendo a ridurre l’emissioni di gas serra nell’atmosfera. E con la segnalazione immediata del guasto, elimina anche le possibili scorie emesse nell’aria dalle lampade fuori uso. Inoltre aumenta la vita media delle lampade permettendo di diminuire la produzione annua di rifiuti speciali.
Nessun voto