Espositori informano

Il censimento: una grande cerimonia nazionale

Comunicato stampa. È stato un famoso statistico, circa trent’anni fa, a definire il Censimento della popolazione una grande cerimonia nazionale. E in effetti, coinvolge tutti i cittadini, nessuno escluso. È un tema che torna d’attualità quest’anno, mentre l’Istat sta mettendo a punto il 15° Censimento generale della popolazione, che si svolgerà a ottobre prossimo.

Il primo in Italia è stato realizzato all’indomani dell’unità, quando ancora non esisteva l’Istituto nazionale di statistica, ma già la funzione statistica ufficiale, di cui l’Istat nel 1926 ha raccolto l’eredità, era fondamentale per capire quanti eravamo e come eravamo. Da allora, con cadenza decennale l’Istituto ha rinnovato l’impegno di descrivere l’Italia e gli Italiani. Ancora oggi, il Censimento è strumento indispensabile per conoscere la struttura del Paese e per governare i fenomeni con consapevolezza ed efficacia.

In 150 anni molte cose sono cambiate, non solo in Italia ma anche nella conduzione del Censimento della popolazione. Nuove tecnologie, rivoluzione web, multilinguismo e modalità inedite per la consegna e la restituzione dei questionari sono soltanto alcune delle innovazioni di cui si parla negli incontri che hanno luogo in questi giorni presso lo stand dell’Istat al Forum PA nel padiglione 8, (stand 10B).

Temi specifici e orari sono disponibili, oltre che presso lo stand, sul web Istat (www.istat.it) e su quello del FORUM PA.
 

Nessun voto