News

Trasparenza e Merito nelle PA entrano nella Costituzione?

Il Consiglio dei Ministri ha dato via libera oggi al disegno di legge costituzionale recante modifiche agli articoli 41, 97 e 118, comma quarto, della Costituzione. Il provvedimento, sarebbe stato approvato "salvo intese", termine tecnico con il quale si indica che il testo ha ricevuto il sostegno del governo, ma è suscettibile di successive modifiche.

In particolare la modifica all'articolo 97 tocca da vicino gli impiegati pubblici o, meglio, i pubblici uffici sostenendo che  "sono organizzati secondo disposizioni di legge, in modo che siano assicurati il buon andamento e l'imparzialità dell'amministrazione". Nel loro ordinamento "sono determinate le sfere di competenza, le attribuzioni e le responsabilità proprie dei funzionari". Agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni "si accede mediante concorso, salvo i casi stabiliti dalla legge".

Nella nuova formulazione viene affermato che: "Le pubbliche funzioni sono al servizio del bene comune. L'esercizio anche indiretto delle pubbliche funzioni è regolato in modo che ne siano assicurate efficienza, efficacia, semplicità e trasparenza. Le pubbliche amministrazioni sono organizzate secondo disposizioni di legge, in modo che siano assicurati il buon andamento e l'imparzialità dell'amministrazione. Nell'ordinamento degli uffici sono determinate le sfere di competenza, le attribuzioni e le responsabilità proprie dei funzionari. Agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni si accede mediante concorso pubblico, salvo i casi stabiliti dalla legge. La carriera dei pubblici impiegati è regolata in modo da valorizzarne la capacità e il merito".

Your rating: Nessuno Average: 3 (1 vote)