Scheda

Progetto Donna

Amministrazione
Comune di Macerata
Sito web istituzionale
http://www.comune.macerata.it/
Indirizzo web
http://www.comune.macerata.it/Engine/RAServePG.php/P/115491CMC0320
http://www.comune.macerata.it/Engine/RAServePG.php/P/122691CMC0300/M/115491CMC0320
Referente del progetto
Giulia Pirillo, Istruttore direttivo

ASPETTI GENERALI

Area di intervento del progetto
Favorire il reinserimento lavorativo delle donne dopo la maternità

Destinatari del progetto
Dipendenti della pubblica amministrazione (cittadine del Comune di Macerata)

Descrizione sintetica del progetto
Il progetto "Donna" riguarda l'apertura dell' Informadonna, uno sportello creato per le cittadine/ i cittadini, al fine di offrire anche attraverso strumenti tecnologici informazioni e orientamento su lavoro, imprenditoria femminile, servizi, associazioni, politica, tempo libero, iniziative sociali, culturali e di formazione . Facilita l'accesso alla conoscenza della legislazione in tema di pari opportunità e di conciliazione dei tempi di vita e lavoro, di servizi resi alle donne e in supporto alla famiglia. Offre consulenza legale e psicologica gratuita grazie alla collaborazione con il Comitato Pari Opportunità dell' Ordine Forense di Macerata e con l' Anmil (Associazione Nazionale Mutilati ed Invalidi sul lavoro). Per i dipendenti comunali si è dato spazio alla flessibilità oraria, ai corsi di formazione in e-learning, al posticipo della chiusura degli asili nido comunali alle 18 e all'apertura anche il sabato mattina per favorire i tempi di conciliazione.

Esigenze affrontate dal progetto
Diffondere e promuovere una nuova cultura di genere

Obiettivi del progetto
Aumentare l'occupazione femminile e il reinserimento lavorativo, dare sostegno psicologico e legale alle donne e famiglie in caso di necessità, favorire la flessibilità oraria e l'apprendimento on-line delle dipendenti

Risultati attesi
Migliorare la qualità della vita delle donne e delle famiglie; promuovere una nuova cultura di genere, promuovere iniziative di imprenditoria femminile, favorire l'occupazione, aumentare la conoscenza dei diritti

Risultati conseguiti
L'informadonna è diventato un punto di riferimento per cittadine e dipendenti, grazie anche alla stesura di newsletters periodiche come strumento di contatto, diffusione di cultura e partecipazione

ASPETTI SPECIFICI

Partnership con altri soggetti, istituzionali o privati
Regione; Terzo settore; Comitato Pari Opportunità Ordine forense Macerata

Descrizione comunicazioni avviate
Conferenze stampa, servizio Tg Regionale, conversazioni allo sportello informadonna, sito web, volantini

Costo del progetto
15.000 euro all'avvio

Modalità di finanziamento
Fondi interni all'ente; Fondi regionali

Professionalità coinvolte nel progetto e il ruolo svolto
Avvocate, psicologhe, operatrice di sportello, istruttori amministrativi

Descrizione soluzioni/cambiamenti organizzativi adottati
Costruzione della rete dello sportello

Azioni specifiche di formazione del personale
Corso di formazione organizzato dalla Scuola superiore della Pubblica amministrazione su "donna, politica, istituzioni", corso di formazione sulla "Violenza di genere"

Utilizzo di  tecnologie innovative nella realizzazione del progetto
Sì, come strumento abilitante dell'intervento

Descrizione sintetica delle tecnologie adottate e il valore aggiunto rispetto agli obiettivi del progetto
Cms per costruzione sito web, piattaforma e-learning, photoshop

Principali difficoltà affrontate nella realizzazione del progetto
Di carattere organizzativo; di natura “culturale”.

Your rating: Nessuno Average: 5 (1 vote)

Contenuti del Dossier