Scheda

MOM and WORK

Amministrazione
Comune di Termini Imerese
Sito web istituzionale
www.comuneterminiimerese.pa.it
Referente del progetto
Cettina Velardi, Funzionario Comune Termini Imerese

ASPETTI GENERALI

Area di intervento del progetto
Favorire il reinserimento lavorativo delle donne dopo la maternità

Destinatari del progetto
Dipendenti della pubblica amministrazione

Descrizione sintetica del progetto
Con questo progetto s'intende: dare risposte concrete all'universo del lavoro al femminile per fare in modo che la maternità sia un evento lieto a 360 gradi e non un momento di tensione e preoccupazione se si pensa che il lavoro possa risentire dei mesi trascorsi a casa, sostenere le donne nel percorso di avanzamento di carriera favorendo una idonea organizzazione tra i tempi di vita e quelli del lavoro. L'accesso al servizio avverrà tramite una linea telefonica (l'iniziativa della chiamata è presa esclusivamente dall'appellante) il servizio tenderà a mantenere la disponibilità all'ascolto in modo continuativo procurando di evitare il rinvio del contatto telefonico a un momento diverso da quello in cui il bisogno dell'appellante si è manifestato.
Il progetto garantirà all'utenza i seguenti servizi specifici: incontri individuali di consulenza e/o sostegno attivo, incontri di gruppo per discussioni e confronti su tematiche significative riguardanti il reinserimento lavorativo dopo la maternità e la gestione delle emergenze causate da eventi imprevisti, l'organizzazione di un "laboratorio donne"come luogo dove le donne possano incontrarsi e raccontare le proprie esperienze e i propri vissuti.
Di ogni telefonata e del suo eventuale sviluppo, si conserveranno dati statistici per consentire all'Ente gestore del progetto di seguire l'andamento delle prestazioni e i suoi sviluppi.

Esigenze affrontate dal progetto
Garantire la tutela della donna sul posto di lavoro, considerando che le discriminazioni di genere non accennano a diminuire e che il congedo per maternità rimane il maggiore fattore di rischio per le lavoratrici.

Obiettivi del progetto
Il progetto si propone sia come uno spazio di ascolto telefonico, sia come luogo di accoglienza per le donne.
Le finalità generali che si propone di attuare sono: sostegno e promozione della donna finalizzato all'incremento del protagonismo lavorativo e dell'emancipazione delle diverse soggettività; servizio di consulenza personalizzata per ciascun utente che, oltre al colloquio telefonico, possa intraprendere un percorso di aiuto e sostegno che favorisca il reinserimento lavorativo della donna dopo la maternità, sia nell'ambito della pubblica amministrazione che nell'impresa privata; creazione di un sistema di e-learning che permetta alle donna di documentarsi e informarsi rispetto a tematiche riguardanti il mondo del lavoro; favorire e incentivare l'effettiva parità di accesso ai percorsi di carriera per i lavoratori che, a vario titolo, fruiscono di benefici per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro; facilitare la gestione delle emergenze dovuti ad eventi imprevisti.
Tenendo conto delle finalità generali si possono individuare i seguenti obiettivi specifici: attivare luoghi privilegiati per l'ascolto dei bisogni e delle esigenze delle donne; identificare percorsi di integrazione lavorativa e di presa di coscienza dei reali bisogni delle donne e favorire processi di orientamento;valorizzare la capacità del soggetto, l'autonomia e la socialità nonchè la forza di prendere decisioni sia con riguardo alla propria sfera lavorativa che a quella familiare; aiutare le donne ad acquisire una sempre maggiore consapevolezza della propria situazione individuale e della propria collocazione socio-lavorativa; promuovere nelle istituzioni pubbliche, nelle famiglie e nel contesto sociale una cultura attenta ai bisogni della donna lavoratrice.

Risultati attesi
Si attende un cospicuo bacino di utenza.

Risultati conseguiti
Poiché il progetto è in fase embrionale, non possiamo rispondere a questa voce.

ASPETTI SPECIFICI

 Partnership con altri soggetti, istituzionali o privati
Istituto Internazionale di Scienze Criminale e della Sicurezza (IISCS)

Descrizione comunicazioni avviate
Saranno previste azioni di comunicazione istituzionale e diffusione dei risultati progettuali sul territorio attraverso convegni tematici con l'IISCS

Costo del progetto
Euro 35.000,00 annuo

Modalità di finanziamento
Si prevede la suddivisione del progetto in diverse azioni progettuali che avranno lo specifico contributo di sponsor esterni. Le azioni trasversali e strutturali saranno finanziate dall'amministrazione comunale (es. portale, piattaforma e-learning, PC, ecc...)

Professionalità coinvolte nel progetto e il ruolo svolto
n. 1 coordinatore (esperto in management)
n. 1 consulente del lavoro
n. 1 assistente sociale o psicologo
n. 1 avvocato
n. 2 RU interne all'amministrazione comunale
n. 4 volontari

Descrizione soluzioni/cambiamenti organizzativi adottati
Implementazione di procedure gestionali di partenariato pubblico/private.

Azioni specifiche di formazione del personale
Si. La formazione verrà somministrata con piattaforma e-learning con particolare attenzione ai seguenti moduli formativi: Fondamenti di Diritto del Lavoro, Fondamenti di Psicologia del lavoro e delle organizzazioni, Fondamenti di Management e gestione delle risorse umane.

Utilizzo di tecnologie innovative nella realizzazione del progetto
Sì, strumentali alla gestione del progetto

Descrizione sintetica delle tecnologie adottate e il valore aggiunto rispetto agli obiettivi del progetto
Verrà utilizzato il modello dell'interoperabilità realizzato attraverso la intranet del Comune.

Principali difficoltà affrontate nella realizzazione del progetto
Essendo il progetto ancora in fase embrionale non è possibile rispondere a questa voce.

Note
E' previsto un coinvolgimento massimo degli operatori coinvolti nell'azione, buoni riscontri dei portatori di interesse al progetto.
Saranno previsti omenti di monitoraggio e di verifica anche in itinere.

 

Nessun voto

Contenuti del Dossier