Scheda

INTERCOMUNIC@

Amministrazione
Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro
Sito web istituzionale
www.asp-catanzaro.it
Referente del progetto
Giuseppe Romano, Direttore Servizio Informativo Aziendale

ASPETTI GENERALI

Area di intervento del progetto
Favorire la flessibilità di orario e di organizzazione del lavoro.

Destinatari del progetto
Dipendenti della pubblica amministrazione.

Descrizione sintetica del progetto
Il Dipartimento per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione ha emanato sin dal 1997 direttive per i sistemi di telefonia nelle pubbliche amministrazioni, richiamando la necessità dell’introduzione di sistemi innovativi per la fonia nella P.A. atti a garantire da una parte il contenimento dei costi e dall’altra la necessità di “azienda allargata”. La nostra Aziende Sanitaria Provinciale di Catanzaro svolge un servizio di pubblica utilità tutelando lo stato di salute della popolazione assistita su un territorio composto da 80 comuni ed orograficamente svantaggiato e per questo ha la necessità di garantire la continuità e la celerità del percorso assistenziale garantendo l’interoperabilità degli operatori sanitari attraverso una rapida interconnessione degli stessi attraverso la fonia mobile-fissa. Il nostro progetto d’intercomunicazione allargata ha privilegiato soprattutto le donne, che attraverso il sistema diffusivo delle comunicazioni mobili, hanno una facilità a colloquiare e risolvere le varie problematiche non spostandosi dal posto di lavoro o lavorando a casa. Questo ha permesso di velocizzare alcuni adempimenti grazie alla facilità di essere raggiunte dagli stakeholder esterni. Infine la gestione e manutenzione a regime del progetto INTERCOMUNIC@ all’interno del Servizio Informativo Aziendale è garantita solo dalle dipendenti donne.

Esigenze affrontate dal progetto
La nostra azienda sanitaria aderendo alle convenzioni CONSIP Telefonia mobile fin dal 2003 e contrattualizzando con la società WIND un apposito accordo, si è posta il problema della comunicazione tra dipendenti dell’azienda e stakeholder esterni/interni. Nel 2005 la nostra azienda ha emanato un regolamento che favoriva la diffusione delle sim aziendali alle dipendenti donne. Questo ha permesso alle dipendenti, di avere una facilità di comunicazione con l’azienda attraverso una rete di telefoni mobili anche quando, per motivi legati alla flessibilità d’orario o di famiglia, si trovavano fuori dalla sede lavorativa. Nel regolamento è stato previsto anche l’utilizzo della sim per chiamate personali con fatturazione separata, ciò ha permesso la comunicazione posto di lavoro – casa- familiari. Vi era anche la necessità di tutela delle dipendenti, che lavoravano in posizioni svantaggiate (guardie mediche, 118, Pronto Soccorso), garantendo l’uso di telefoni cellulari aziendali con chiamata rapida (breve codice composta da 4 numeri) alle altre colleghe/i. Infine, la rete di telefoni mobili/fissi doveva diventare anche rete di diffusione dati, on-line oltre che essere utilizzata con i software della rete per teleconferenze .

Obiettivi del progetto
L’obiettivo principale è stato quello di garantire soprattutto alle dipendenti donne la possibilità di comunicare con l’azienda e con l’esterno attraverso la telefonia mobile. Il nostro regolamento, approvato con apposita delibera nel 2005, prevedeva di raggiungere il target di diffusione delle sim alle dipendenti con una copertura di almeno il 75%. Altro importante obiettivo era quello di risparmiare l’efficienza produttiva di almeno il 48% calcolandola dai costi del personale che si assenta  dal lavoro per motivi di famiglia. In termini economici questo corrisponde a circa € 134.000,00 annui. L’evoluzione ed introduzione delle nuove tecnologie di comunicazione ha fatto si che le dipendenti si possano tenere in contatto con la famiglia attraverso le sim che sono state abilitate attraverso codici di fatturazione separata dalle chiamate personali. Il miglioramento degli scambi dei dati attraverso il collegamento sim/web che le dipendenti possono effettuare da casa, la trasformazione degli attuali programmi di gestione informatica utilizzati in azienda in web-oriented garantiranno al dipendente di continuare a lavorare con un ulteriore risparmio dell’8% sull’efficienza ed una migliore comunicazione scambio di dati ICT.

Risultati attesi
Questi obiettivi sono stati il punto fondamentale nell’introduzione di tecnologie di comunicazione ed ICT nella nostra azienda, rivolto soprattutto a favorire la flessibilità di orario di lavoro delle lavoratrici madri attraverso una continuità comunicativa tra la sua presenza nel mondo familiare e la non necessità di presenza nel modo lavorativo. Questo è stato possibile attraverso l’adozione di specifici provvedimenti direzionali. L’obiettivo della consegna delle sim aziendali intercomunicanti con il sistema fisso/mobile dell’azienda, privilegiando dipendenti che lavoravano in posizioni svantaggiate quale guardie mediche, 118, Pronto Soccorso, è stato raggiunto. Anche la rete di telefoni mobili/fissi per la diffusione dati è divenuta una realtà aziendale grazie anche alla nuova tecnologia degli smart phone, iPad e wap/internet, garantendo alle lavoratrici madri di connettersi da casa per inviare mail, fax o lavorare su procedure aziendali.
Vista la diffusione delle SIM si è autorizzata la/il dipendente, attraverso un apposito codice da anteporre al numero, all’uso personale della scheda telefonica, godendo delle tariffe vantaggiose previste nella convenzione stipulata tra la società telefonica e l’azienda.
Attualmente tutti gli obiettivi previsti dal progetto, che sono: diffusione alle dipendenti in organico all’azienda, risparmio dovuto all’utilizzo della nuova tecnologia, diffusione di nuovi strumenti ICT e recupero efficienza aziendale sono stati raggiunti. Vi è un migliore e più funzionale utilizzo delle sim aziendali per il collegamento on-line e per le teleconferenze attraverso uno dei software distribuito free sulla rete.
Il Servizio Informativo Aziendale ha affidato alle dipendenti presenti nel suo organico la gestione complessiva del servizio. Le stesse effettuano, oltre al controllo contabile e di merito sulle fatture di fonia mobile, anche una gestione delle sim consegnate con sostituzione, assistenza, chiarimenti e formazione sull’obiettivo del progetto INTERCOMUNIC@.

Risultati conseguiti
La rete di sim aziendali che collega il mondo lavorativo con quello di casa ha effettivamente raggiunto e superato le aspettative iniziali. Le dipendenti, dirigenti o funzionarie, non possono staccarsi o fare a meno di dialogare con l’azienda anche quando sono fuori da questa. Il nostro principale obiettivo era quello di evitare il “cut off” tra la sede degli affetti e quella del lavoro. Volevamo gettare un ponte tra queste due realtà permettendo alla lavoratrice madre una migliore flessibilità ed organizzazione del lavoro. La conferma di questo è data dall’attuale copertura delle sim consegnate alle dipendenti che sfiora quota 90%.
L’obiettivo del miglioramento dell’efficienza è stato raggiunto e superato attualmente i risparmi calcolati derivanti dall’utilizzo massivo del progetto INTERCOMUNIC@, sono attestati sui € 157.000,00. A questi vanno aggiunti ulteriori € 23.000, di risparmio utilizzando le sim aziendali per lo scambio dati wap/internet che la nostra dipendente utilizza da casa.

ASPETTI SPECIFICI

Partnership con altri soggetti, istituzionali o privati
Terzo settore.

Descrizione comunicazioni avviate
Momenti formativi ed informativi sia on-line (mail dei dipendenti), sia in aula che direttamente alle dipendenti che si rivolgevano al nostro servizio.

Costo del progetto
324.000 euro

Modalità di finanziamento
Fondi interni all'ente.

Professionalità coinvolte nel progetto e il ruolo svolto
Dott. Giuseppe Romano Direttore Servizio Informativo Aziendale;
dott.ssa Silvia Lanatà responsabile esecutivo progetto dipendente Servizio Informativo Aziendale;
dott. Antonella Farendi responsabile area formativa dipendente Servizio Informativo Aziendale.

Descrizione soluzioni/cambiamenti organizzativi adottati
Nuovo modo di interpretare il ruolo della comunicazione femminile nell'ambito sanitario.

Azioni specifiche di formazione del personale
Si. Sezioni in aula, e personali su richiesta delle dipendenti.

Utilizzo di tecnologie innovative nella realizzazione del progetto
Sì, come strumento abilitante dell'intervento

Descrizione sintetica delle tecnologie adottate e il valore aggiunto rispetto agli obiettivi del progetto
Utilizzo delle nuove teconolgie di comunicazione ICT attraverso le sim mobili aziendali. Utilizzo di smart phone, iPad e wap/internet

Principali difficoltà affrontate nella realizzazione del progetto
Di carattere organizzativo

Note
Oggi l'Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro può a ragione fregiarsi di essere un’azienda con il maggior numero di contatti intra/extra aziendali grazie all'introduzione delle tecnologie di comunicazione ICT attraverso sim mobili. Le circa 3000 sim oggi consegnate sul totale di 3560 dipendenti, e di queste la classe femminile delle dirigenti e funzionarie è stata coperta per circa il 90%, hanno permesso di annullare il gap di relazioni aziendali delle donne dipendenti che usufruivano di facilitazioni per motivi di famiglia.

Nessun voto

Contenuti del Dossier