Articolo

Da oggi, 25 gennaio 2011 entra in vigore il nuovo CAD - Codice dell'Amministrazione Digitale

Entra in vigore oggi, 25 gennaio il nuovo CAD - Codice dell'Amministrazione digitale [qui trovate il testo completo già coordinato con le modifiche pubblicate in G.U].
Nella conferenza stampa di oggi il Ministro Renato Brunetta ha presentato questo nuovo strumento che stabilisce l'obbligo di digitalizzazione per le amministrazioni e l'esigibilità di nuovi diritti per i cittadini. Riportiamo di seguito i passi principali della presentazione del Ministro in cui vengono messi in luce alcuni nodi centrali delle novità. Rimandiamo tutti i lettori che desiderassero conoscere un'analisi puntuale del CAD al documento "Il CAD in pillole" redatto da Carlo Mochi Sismondi.

 

Nella visione del Ministro il CAD è l'altra faccia della medaglia della riforma della pubblica amministrazione. Se il d.lgs.150/2009 punta sulla trasparenza, la valutazione, la premialità e, in genere, sull'organizzazione interna degli uffici pubblici, il nuovo CAD fornisce gli strumenti tecnologici e le regole per migliorare il rapporto con i cittadini e le imprese.

 

Tra le novità introdotte dal nuovo CAD c'è il "glifo" un certificato elettronico che funzionerà da timbro digitale e consentirà a cittadini ed imprese di stamparsi da sé certificati e documentazione con valore legale. 

 

Veniamo ad una questione di primaria importanza: con che soldi realizzare tutta questa innovazione? Il Ministro Brunetta risponde che è stato verificato che le amministrazioni hanno già in bilancio i fondi per sviluppare questa innovazione. Anzi spesso queste voci di bilancio rimangono non saturati. Un passo in più verso l'efficienza, in tutti i sensi...

 

Di seguito le slide presentate dal Ministro Brunetta durante la conferenza.

Your rating: Nessuno Average: 5 (3 votes)

Contenuti del Dossier