Pubblicazione

Il Codice dell'Amministrazione Digitale (D. Lgs. n. 82/2005) - aggiornato a dicembre 2010

A cinque anni di distanza dalla prima pubblicazione, il Consiglio dei Ministri ha approvato lo scorso 30 dicembre le modifiche al Codice dell'Amministrazione Digitale - CAD (D. Lgs. n. 82/2005).
Il testo del decreto legislativo n. 235/2010 è stato pubblicato sulla G. U. del 10 gennaio 2011; FORUM PA propone a tutti i suoi lettori il testo del CAD già coordinato con le modifiche appena pubblicate.
Un testo estremamente utile, che entra a far parte delle Pubblicazioni di EDIZIONI FORUM PA, nella collana "Materiali", realizzato dall'avvocato esperto di diritto e nuove tecnologie Ernesto Belisario. Per facilitare la lettura le nuove parti della norma sono state scritte utilizzando il carattere "grassetto".

Nei cinque anni trascorsi dalla pubblicazione della prima edizione del Codice della PA Digitale, l'evoluzione degli strumenti tecnologici e le riforme organizzative introdotto dal d.lgs. 150/09 (riforma Brunetta) hanno determinato l'esigenza di ampliare, rivedere, correggere e, in alcuni casi, riscrivere, il testo precedente.
Il Nuovo Codice dell'amministrazione digitale così traccia nuovamente il quadro legislativo entro cui deve attuarsi la digitalizzazione dell'azione amministrativa e ribadisce i diritti dei cittadini e delle imprese in materia di uso delle tecnologie nelle comunicazioni con le amministrazioni, individuandone di nuovi.
In coerenza con il Piano e-Gov 2012, l'orizzonte temporale dell'intervento è il 2012; il decreto legislativo sarà immediatamente efficace e avvierà un processo che consentirà di avere nei prossimi 2 anni un'amministrazione nuova, digitale e sburocratizzata.
Sul provvedimento sono stati acquisiti i pareri del Garante per la protezione dei dati personali, della Conferenza Unificata, del Consiglio di Stato e delle Commissioni parlamentari competenti

 

NB. Il volume è gratuito ma per scaricarlo occorre essere iscritti alla community di FORUM PA

In caso di estrazione e utilizzo si prega di citare la FONTE:
“IL CODICE DELL’AMMINISTRAZIONE DIGITALE (D. Lgs. n. 82/2005). Testo coordinato ed aggiornato con le modifiche ed integrazioni introdotte dal Decreto Legislativo 30 dicembre 2010, n. 235" - FORUM PA EDIZIONI, a cura dell’Avv. Ernesto Belisario.

 

Your rating: Nessuno Average: 4.7 (13 votes)

Contenuti del Dossier

Commenti

file nuovocad

quando lo scarichi nonha estensione. aggiungi .pdf e funziona

CAD Modifiche 2010. Testo

Si potrebbe acquistare il volume cartaceo?

Grazie

Augusta Franco
Università degli Studi della Basilicata
Ufficio Protocollo ed Archivio

volume cartaceo? è uno scherzo?

Egregia Augusta,
(immagino sia il suo nome di battesimo, a meno che lei non abbia scritto prima il cognome che è comunque confondibile con un nome proprio), colgo l'occasione della sua domanda per sottolineare ancora una volta l'atteggiamento degli operatori delle amministrazioni "contrario" ai dettami della digitalizzazione. Non si è accorta che sta chiedendo la copia di CARTA di un testo che stabilisce per LEGGE DELLO STATO che le amministrazioni devono abbandonare il più possibile la carta e passare a documenti informatici?
Non lo prenda sul personale, ma, il suo, è il tipico esempio del perchè la dematerializzazione delle carte nei procedimenti ha incontrato, a dirlo con un eufemismo, delle resistenze.

aprire il file contenente il nuovo CAD

Scusate, ma il file in che formato è?
Una volta scaricato, con quale programma si dovrebbe aprire?
Grazie

formato file

il file è in formato pdf, dunque per aprirlo basta un semplice pdf reader

volume cartaceo? é uno scherzo?

Caro Sig. Francesco, non credo che la signora cui lei ha replicato abbia detto un'eresia. La dematerializzazione é ben altra cosa. Poter avere un volume tra le mani da consultare in qualunque momento e circostanza senza dover necessariamente stare allampato davanti ad un monitor a consumarmi gli occhi, non lo trovo affatto antievolutivo. Sarà anche perchè sono stato, e tuttora lo sono, uno che ha il piacere di possedere e di sfogliare i libri. E poi, vuole negarsi la possibilità di approfittare di una bella giornata di sole seduto al parco, al mare, in piscina, in montagna e leggere ciò che più le aggrada. Per concludere vale anche per me la domanda se é contemplata la possibilità di acquistare il volume cartaceo.

Stampale

Ma nessuno ti vieta di stamparlo con una normalissima stampante

Vuolume NON cartaceo

Al momento non è prevista la stampa del testo. Tuttavia, a seguito di alcune richieste stiamo valutando l'ipotesi di un accordo con una tipografia per stampare qualche centinaio di copie.
Nel caso in cui l'ipotesi prendesse corpo tutti i nostri lettori ne saranno informati per tempo.
Per il momento bisogna accontentarsi della copia .pdf e stamparsi quella.
Tommaso Del Lungo
Redazione FORUM PA