Articolo

Contributo "Global stakeholder relationship governance" di T. Muzi Falcone

Articolo del dossier 2011, FORUM PA nella Rete

Tutti i miei complimenti per come avete impostato il quadro di riferimento che porterà al prossimo ForumPA.
Davvero intelligente, motivante e ricco di implicazioni,sia concettuali che operative.
Considero questo testo uno dei più interessanti degli ultimi tempi.

Vi suggerisco di cimentarvi con il vostro inglese è consultare www.stockholmaccords.org che un HUB digitale dove, insieme con tanti altri in giro per il mondo, ho avviato dallo scorso mese di Giugno un vero e proprio programma (biennale in questa fase) di cambiamento della professione cui appartengo. Credo sia la prima volta che una professione, attraverso una organizzazione che comprende 76 associazioni professionali in tutto il mondo in rappresentanza di 200.000 operatori, si propone un 'change management' vero.

Gli spunti concettuali hanno a che fare con il concetto di organizzazioni comunicativa, di opzione per un modello stakeholder di governance, con le riflessioni sul superamento della catena del valore verso i network di valore, con la valutazione monetaria di un brand come anche della relazione come bene intangibile che caratterizzano l'organizzazione oggi.
Insomma, quella che io chiamo la global stakeholder relationship governance.

Se volete, sono felice di poter partecipare alla vostra riflessione e, ove possa esservi utile, mettervi in contatto con studiosi e operatori internazionali assai reputati che so già essere fortemente attratti dal contesto evocato in queso editoriale.
contate su di me.

Nessun voto

Contenuti del Dossier