Articolo

Contributo "Alla ricerca del tempo perduto" di A. Romita

Articolo del dossier 2011, FORUM PA nella Rete

Ho letto rapidamente l’editoriale "Fare rete" e mi sembra che contenga idee largamente condivisibili. Mi riservo una lettura più accurata per evidenziare fatti positivi e, se esistono, considerazioni che potrei non condividere.
Nel frattempo elenco una serie di interrogativi che mi sono venuti in mente nel corso della mia partecipazione ad eventi di cui il Presidente Mochi ha curato il coordinamento del tavolo degli interventi.
Sono quasi tutti interrogativi retorici e sicuramente non tutti condivisibili da tutti. Non avendo ovviamente il dono della saggezza e conoscenza infinita, mi sembra corretto evidenziarli perché possano essere spunti di riflessione o di contestazione aperta.
Grazie per il coinvolgimento ed alla prossima.

 

Commenti alla ricerca del tempo perduto

RIFORMA BRUNETTA

  •  I soldi per farla possono essere recuperati migliorando l’efficienza.
  • Comunicazione e formazione sono i cardini di una riforma che vuole essere migliorativa e devono essere spesati con i minori costi che la riforma deve essere capace di introdurre.
  • Chi non la applica va contro la legge e quindi commette reato
  • Richiede l’assunzione di responsabilità di decidere.
  • Le valutazioni devono avere come risultato delle selezioni, ma i “criteri di misurabilità” sono ritenuti quasi “offensivi” dagli operatori della PA.

DALLA LEGGE DEL 93 ALLA BRUNETTA ATTUALE

  • “Le leggi son, ma chi pon mano ad esse!”
  • Tutte sancivano l’inizio di cambiamenti epocali, ma non sono state capaci neppure di innescare un cambiamento
  • La data di entrata in vigore di una legge, non la data di emissione, sembra sia considerata come la data per cominciare a “fare le pulci” alla legge, non l’inizio della sua applicazione..
  • Ma, non rispettare una legge è reato o no?
  • Si continua solo a sperare che l’ultima legge sia quella buona.

LE QUALITÀ DI UNA LEGGE DI RIFORMA

  • Si richiede alle leggi di prevedere sempre “standard perfetti”, se non sempre sono definiti
    o forse la legge è invalida?
    o Chi deve essere incolpato e punito per questa carenza?
  • Le leggi sono promulgate dal Parlamento, ma sono praticamente sempre scritte dagli esperti della PA che spesso poi le criticano come inapplicabili …..ed il tempo passa!
Nessun voto

Contenuti del Dossier