Articolo

V@luta: qualità, trasparenza e standard nel welfare in Provincia di Trento

Che si tratti di qualità dell’ambiente, partecipazione e, soprattutto, welfare classicamente inteso, il Trentino Alto Adige conquista anno dopo anno un primato indiscusso. I fattori che determinano le ottime performance della regione sono molti, ma di certo un peso di rilievo può essere attribuito al costante monitoraggio ed all’attenta valutazione degli interventi (policy e progetti) in materia di welfare.

Quando ci si trova in una crisi, e il welfare state ne sta attraversando una consistente, soprattutto da un punto di vista della sostenibilità, l’unica cosa da fare è riorganizzarsi, concentrandosi sugli obiettivi, sulle azioni da intraprendere e sull’efficacia di queste azioni. Insomma occorre ascoltare le esigenze, realizzare una programmazione capace di dare risposte concrete ed essere in grado di misurare i risultati di queste azioni sui vari attori coinvolti nel processo.

La Provincia Autonoma di Trento sembra essere riuscita a fare tutto questo, sviluppando un approccio innovativo al tema spinoso della efficacia degli interventi di welfare ed adottando un modello multidimensionale di valutazione che mette insieme punti di vista diversi: il sistema V@luta applicato (dopo una prima sperimentazione ristretta) all’insieme delle politiche sociali.

Ogni progetto o servizio viene scomposto ed analizzato, secondo metodologie codificate, a livelli diversi da panel o focus group differentemente coinvolti nell’intervento di welfare (dai tecnici agli utenti del servizio).

In questo modo il processo di valutazione, interpretato da v@luta ha una duplice funzione: assegna valore ad una azione, e porta alla condivisione del risultato ottenuto.

 

Your rating: Nessuno Average: 3.5 (2 votes)

Commenti

welfare

Visto che la parola ben essere o ben stare si potrebbe mal intendere si preferisce usare la parola inglese “Welfare” cosi non tutti capiscono di che cosa veramente si tratti.
Nel Trentino c’ e’ tanta gente che sta “abbastanza” bene ma tantissima che lavora dal mattino alla sera per mantenere chi sta bene!
Dove sono i punti specifici per dire, noi siamo meglio di altri? Io vivo e ho vissuto anche in altri luoghi, ma che in Trentino ci sia qualche cosa in più? Si, in una cosa, la presenza delle moltissime persone in uniforme ed i più impegnati a cercare di incassare multe da chi lavora.
per il resto, parole parole, feste e festini, comizi, riunioni e promesse che non vengono mantenute. Non ho i dati per poter dire che le amministrazioni Trentine siano più o meno efficaci di quelle di altre regioni, ma basta vedere che la Provincia di Trento ha molto più comuni della provincia di Milano dunque qui la relazione fra cittadini ed impiegati amministrativi si dovrebbe aggirare sui valori delle regioni del sud.
Va bene che il Trentino aiuti anche i terremotati in Abruzzo ma di calamita ce ne sono state anche nel Trentino e qui c’ e` chi ha ricevuto, altri si sono dovuti accontentare con promesse non mantenute e belle parole e su questo io misuro il “Welfare” Trentino.
C.L.