Editoriale

Un giudizio su FORUM PA '09

Tempi di riflessione a FORUM PA. A circa due mesi da quando si sono spenti i riflettori della ventesima edizione un approfondimento sui risultati ottenuti è doveroso, prima di tutto nei confronti della nostra community di lettori, di espositori, di partecipanti ai lavori della Manifestazione, ma anche per favorire il nostro lavoro di programmazione che ha bisogno di indicazioni e di valutazioni per essere in grado di offrire nuove occasioni di emancipazione e di crescita del settore pubblico.

Già a caldo commentammo con soddisfazione che i risultati di quest'anno ci restituivano una "PA con il segno più" in termini di idee, di aziende partecipanti, di capacità di affrontare la sfida della valutazione, di portare contributi alla discussione, di fare rete su interessi comuni. Non lo abbiamo fatto con il trionfalismo di chi vuole negare l'attuale momento storico, ma con l'attenzione di chi crede nella necessità (soprattutto nei momenti di crescita della complessità e dell'incertezza) di sostenere e valorizzare i processi positivi che comunque interessano il nostro Paese.

Per avere un riscontro delle nostre valutazioni anche quest'anno abbiamo chiesto alla community di FORUM PA di esprimere un giudizio sulla manifestazione appena conclusa. Non si tratta di un'indagine con valore statistico, ma di una significativa testimonianza espressa da 1.326 rispondenti ad un nostro questionario. Rimandando all'allegato per maggiori dettagli sui dati raccolti, qui preme mettere in evidenza che:

  • il 54% dei visitatori proviene dall'area laziale mentre il 46% risiede in altri comuni italiani. Se a questi si aggiungono le migliaia che hanno seguito l'evento su internet grazie alla trasmissione "live" delle principali iniziative e i 115.000 visitatori unici del sito nei giorni a ridosso della manifestazione ne emerge una visione sempre meno "romanocentrica", ma sempre più connessa con le ricchezze che provengono dai diversi territori;
  • il 30% dei partecipanti era la prima volta che partecipava alla manifestazione, segnale che l'evento, dopo la ventesima edizione, ha uno zoccolo duro di partecipanti fidelizzati (il rimanente 70%), ma anche un ottimo appeal verso il nuovo pubblico;
  • il 77,3% si ritiene molto o abbastanza soddisfatto della partecipazione alla manifestazione mentre il 17,9 ritiene di essere poco soddisfatto e il 4,8% per nulla.

Come già detto sono dati statisticamente solo indicativi che, però, possono assumere per noi un'importante occasione di riflessione, soprattutto se associati alle risposte discorsive che gli intervistati hanno fornito alle domande cosiddette aperte in merito ai maggiori fattori di criticità e di successo dell'iniziativa.

Tra le criticità, inevitabilmente l'aspetto logistico legato all'accessibilità delle Nuova Fiera di Roma; l'eccessivo ricorso negli stand al materiale cartaceo piuttosto che ai più rispettosi bit; la presenza, a volte ingombrante, della politica che in alcune occasioni è andata a discapito della discussione e del confronto.

Su Saperi Pa trovi approfondimenti e interviste sul Barcamp Innovatori PA a FORUM PA '09

Tra le attività più apprezzate: la ricchezza di molti stand (sia di soggetti pubblici sia privati); le attività formative gratuite (il master diffuso e le officine PA); gli incontri "creativi" (il barcamp, le creativity room).

E noi, a questo punto siamo soddisfatti? Sicuramente si, anche se due sono gli aspetti trainanti della Manifestazione su cui dobbiamo ancora lavorare per renderla più consona ai nostri obiettivi:

Su Saperi PA trovi articoli e approfondimenti sullo Zoom Amministrare 2.0 a FORUM PA '09
  • Le verticalità. Nel senso che cogliamo la richiesta di maggior approfondimento di alcuni temi e di alcuni processi. Non a caso quest'anno è stato molto apprezzato il Focus espositivo su Amministrare 2.0 grazie al quale soggetti privati e pubblici hanno messo in comune soluzioni concrete per una PA più trasparente e più partecipativa. È nostra intenzione, tramite le attività di ricerca, i dossier nel nostro sito, i convegni e la sezione espositiva, continuare a presidiare nel migliore dei modi i temi alla base dei processi innovativi del nostro Paese.
  • Le orizzontalità. Nel senso che sentiamo sempre più la necessità di confrontarci non solo con i grandi enti e con le grandi aziende, ma anche con quel tessuto diffuso a livello locale di attori che già dallo scorso anno indicammo come le energie vitali da valorizzare per la crescita del nostro Paese. Per far questo per noi è necessario stare più sui territori (abbiamo già accennato in altra sede a delle iniziative che contiamo di poter confermare dopo la pausa estiva) e rafforzare i legami delle reti lunghe tramite il web.

Su questo lavoreremo nei prossimi mesi, rimanendo in ascolto per eventuali ulteriori suggerimenti e preparando le iniziative autunnali che porteranno alla XXI edizione. Rimanete sintonizzati.

Scarica il rapporto completo sull'indagine di customer satisfaction su FORUM PA '09
 

Your rating: Nessuno Average: 3.5 (2 votes)