Intervista

Le interviste al Tavolo di lavoro sulla sostenibilità del sistema sanitario

Quali sono le leve da attivare perchè il sistema sanitario non crolli e resti, o torni  - a seconda dei casi - ad essere sostenibile?
Abbiamo raccolto le opinioni di alcuni dei partecipanti al Tavolo di Lavoro sul tema. Tra le voci dei direttori generali, direttamente impegnati sul campo della gestione di strutture sanitarie, e gli operatori del mercato che ruota intorno al sistema sanitario, il risultato d'insieme è un quadro composito da cui emergono alcuni "punti critici" condivisi, e approcci soggettivi. Scoprite quali.

 

Pier Natale Mengozzi - presidente nazionale Federsanità Anci - sottolinea l'importanza di una pianificazione integrata in sanità che coinvolga fattori strettamente correlati e interdipendenti che contribuiscono a definire la qualità della vita e quindi della salute. Perchè a restare schiacciata da lobby e interessi di parte, spesso è la salute del cittadino.

 

 

Vincenzo Panella, direttore generale ASL Umbria 1, Gubbio-Città di Castello.

 

Luigi D'Elia, direttore generale dell'azienda ospedaliera "San Giovanni-Addolorata" di Roma

 

Luigi Muto, direttore generale dell'Azienda Ospedaliera della Seconda Università di Napoli

 

Giuseppe Navarria, Direttore Generalle dell'Azienda Ospedaliera "Garibaldi-S. Luigi, S. Currò-Ascoli-Tomaselli" di Catania. 

 

Marina Panfilo, direttrice di Pfizer Italia.

 

Onofrio Palombella, responsabile affari istituzionali GlaxoSmithKline.

 

Renata Canini, direttore generale ASL 3 Genova

 

Maurizio Guidi, direttore Corporate Affairs Eli Lilly Italia.

 

Stefano Cencetti, direttore generale Azienda Ospedaliera del Policlinico di Modena.

 

Paolo Cavagnaro, Direttore Generale ASL Chiavarese 4

 

Massimo Scura, Direttore Generale AUSL Siena 7.

Your rating: Nessuno Average: 5 (1 vote)