News

Firmato accordo tra Ministero dell’Economia, Regione Toscana e Consip per lo sviluppo del sistema regionale di e-procurement

Il 12 settembre scorso è stato firmato, a Firenze, un accordo di collaborazione per lo sviluppo del sistema regionale di e-Procurement tra Ministero dell’Economia e delle Finanze, Regione Toscana e Consip spa.

L’intesa – siglata dal VicePresidente della Regione Toscana Federico Gelli, dal Responsabile dell’Ufficio Razionalizzazione Acquisti della Pubblica Amministrazione del MEF, Susanna La Cecilia, e dall’Amministratore Delegato di Consip, Danilo Broggi alla presenza del Sottosegretario al Ministero dell’Economia Giuseppe Vegas - rientra nell’ambito delle iniziative di sviluppo e armonizzazione dei processi di razionalizzazione degli acquisti della P.A. che sono oggetto dell’Accordo firmato il 24 gennaio 2008 tra Governo, Regioni e Province autonome ai fini della creazione del “Sistema a rete” previsto dalla Finanziaria 2007.

Il “Sistema a rete” prevede per le Regioni la possibilità di costituire centrali di acquisto - anche insieme ad altre Regioni- per realizzare insieme a Consip una armonizzazione dei piani di razionalizzazione della spesa e creare sinergie nell'utilizzo degli strumenti informatici per l'acquisto di beni e servizi.

Con questa intesa si verifica per la prima volta l'integrazione del Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione con il sistema di e-procurement regionale, in un'ottica di sviluppo di processi innovativi di acquisto.
L'accordo riveste una notevole importanza per lo sviluppo del sistema nazionale di e-Procurement, e rappresenta un ambito strategico per contribuire al raggiungimento di significativi benefici di finanza pubblica attraverso misure integrate di razionalizzazione della spesa.

“Su questo terreno il governo regionale della Toscana sta lavorando da tempo, consapevole dei tanti vantaggi che da questo impegno possono derivare per la pubblica amministrazione, per i cittadini e per le imprese – spiega il vicepresidente della Regione Toscana Federico Gelli – Si va dalla maggiore trasparenza e accessibilità in tutte le fasi della gara ai vantaggi legati a una più ampia partecipazione delle imprese alle gare, dalla semplificazione alla riduzione dei tempi e ai risparmi per gli enti e per i fornitori. E' una strada su cui intendiamo andare avanti e questo accordo candida la nostra regione a diventare una sorta di laboratorio nazionale per l'innovazione”.

FONTE: Consip

Nessun voto