Intervista

Ssr modello Lombardia - Luciano Bresciani

Parità di bilancio, riduzione dei ticket sanitari e risparmi per le famiglie lombarde per oltre 50 milioni di euro, capacità attrattiva con il 10% di pazienti provenienti da altre regioni, 200 strutture di ricovero e cura accreditate, 17 Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (42% del totale nazionale). Questi i dati che Luciano Bresciani, Assessore alla Sanità ha presentato a Forum PA,  proponendo il modello lombardo come eccellenza nel sistema nazionale. Al microfono di Forumpatv Bresciani traccia le linee di sviluppo nel Piano socio-sanitario 2007-2009.

Alla base la sinergia di quelli che chiama i “tre moschettieri” della sostenibilità del servizio socio-sanitario  in Lombardia: sanità-università-industria. Rassicurando sul delicato equilibrio di partnership pubblico-privato lancia una nuova prospettiva: se la sanità da sinonimo di “costo” divenisse motore di innovazione? Per far questo, assicura, il segreto è utilizzare tutte le forze della comunità, senza esclusioni ideologiche, per far sì che essa non venga privata di alcuni produttori di alto livello, ma possa beneficare di una ricchezza diffusa.

 

 

Nessun voto