Soluzioni e progetti a FORUM PA

ARSENAL.IT a FORUM PA 2015

Come costruire una sanità a misura di cittadino coniugando innovazione, servizi online e partecipazione per dare vita a servizi che rispondano in maniera equa ai bisogni reali. E’ questa la domanda alla quale intende rispondere Arsenàl.IT attraverso la partecipazione all’edizione 2015 del Forum PA.

Stand 20B

Numerosi gli eventi in programma a partire da un seminario dedicato al tema “Si può fare sanità vicina al cittadino se …”. Il dibattito affidato ad un panel di esperti parte dalla considerazione che l’introduzione delle tecnologie all’interno dei processi organizzativi in sanità stia producendo un’effettiva democratizzazione dei servizi, consentendone un accesso equo, economico ed universale. In tal senso l’eHealth ha prodotto una vera rivoluzione nel mondo della sanità che oggi è imprescindibile dai servizi digitali, inclusi quelli di telemedicina. Di fronte alle sfide di innovazione imposte dalla ristrettezza di risorse nella rapida evoluzione dei bisogni di salute, il mondo della sanità si apre al contributo che ciascun cittadino, affinato e sempre più evoluto nella cultura digitale, può offrire ed è disposto ad offrire. Una nuova filosofia di pianificazione e programmazione dei servizi che mette effettivamente al centro il cittadino, sia in veste di operatore che di utilizzatore di tali servizi, puntando ad una sostenibilità dell’offerta per garantire una sanità che parte dai bisogni reali.

Ci sarà spazio poi per le idee innovative attraverso un aperitalk “#sipuòfaresanitàvicinalcittadinose … si dà spazio alle idee” dedicato alla presentazione di un gruppo di start up selezionato tra le realtà partecipanti ad un contest nazionale aperto a progetti, prodotti e idee per innovare il mondo sociosanitario. L’occasione offerta ai giovani è quella di avere di fronte a sé, pronti ad ascoltarli, un’audience qualificata di stakeholders appartenenti al mondo dell’eHealth.

Ampio spazio nell’attività del consorzio è stata data negli ultimi anni alle iniziative per avvicinare la popolazione ai temi della sanità digitale. Nel corso della manifestazione sono previsti due lezioni di eHealth per non addetti ai lavori. La proposta si basa sull’esperienza di @Two!Salute!, che ha coinvolto in Veneto 2.500 studenti nell’ambito del complesso sistema di azioni legate alla realizzazione del Fascicolo Sanitario Elettronico regionale (FSEr), un piano formativo, mirato agli studenti del triennio delle scuole secondarie di secondo grado, condotto in stretta collaborazione con tutte le aziende sociosanitarie e ospedaliere della regione.


A dimostrare che #sipuòfarese Arsenàl.IT presenta dati e risultati. Sempre nel contesto del Fascicolo Sanitario elettronico regionale, Arsenàl.IT ha recentemente coordinato il processo di digitalizzazione delle ricette rosse in tutto il Veneto (60.000.000 di ricette ogni anno), raggiungendo in poco tempo la percentuale di ricette digitali richiesta a livello ministeriale sia per la prescrizione farmaceutica, a regime da fine 2014, che per quella specialistica, avviata dal 1 aprile 2015. Per monitorare tali processi il team del Centro Veneto Ricerca e Innovazione per la Sanità Digitale ha costruito un cruscotto fondato su una logica di governo dei big data. Si tratta di uno strumento sperimentale che, in tempo reale, permette di rilevare i dati relativi alle prescrizioni farmaceutiche e specialistiche a livello regionale, fornendo elementi specifici per singola azienda sociosanitaria e ospedaliera. Il cruscotto garantisce di verificare in tempo reale quante prescrizioni farmaceutiche vengono prescritte ed erogate, quante e quali prestazioni specialistiche e visite, esami diagnostici e di laboratorio vengono prescritti e prenotati. Sarà possibile conoscere avere maggiori informazioni su questo strumento direttamente allo stand di Arsenàl.IT.

Nello spazio espositivo infine saranno a disposizione i componenti del giovane team per presentare tutti i risultati, i progetti, le iniziative realizzate e in via di realizzazione che coinvolgono il consorzio a livello regionale, nazionale ed internazionale in particolare per quanto concerne l’interoperabilità e l’adozione di standard internazionali nei sistemi informativi sanitari.
 

 

Nessun voto