Trasporti transnazionali: il Corridoio 8 per l’integrazione europea

Guglielmo Ardizzone, dopo aver letto il messaggio di saluto del ministro degli Esteri Franco Frattini, in cui si sottolinea l’importanza della cooperazione transfrontaliera internazionale, presenta alcune riflessioni sul Corridoio paneuropeo 8, l’asse di trasporto multimodale che si sviluppa lungo la direttrice ovest–est e che dovrebbe collegare le regioni adriatico-ioniche con l'area balcanica e dei Paesi del Mar Nero. Infrastrutture e trasporti transnazionali sono considerati strumenti fondamentali per rafforzare l’integrazione e facilitare la reciproca conoscenza tra le regioni di confine, in questo caso tra le due euroregioni Adriatica e del Mar Nero. Il Corridorio 8, quindi, è considerato diretta espressione della volontà dell’Unione europea di proseguire il cammino di integrazione economica e politica dei Paesi membri e di quelli di prossima adesione. Ardizzone esamina obiettivi, caratteristiche e difficoltà di realizzazione del Corridoio 8, il cui tracciato risponde all’esigenza di facilitare la progressiva integrazione dell’europa orientale e occidentale e di contribuire allo sviluppo socio economico della parte meno progredita del continente europeo.
Nessun voto

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno