Sicurezza stradale: tecnologia e cultura fanno la differenza

Per potenziare la sicurezza stradale serve non solo un salto tecnologico, ma anche un salto culturale: la tecnologia tutto sommato oggi c'è, ma la sua adozione incontra spesso delle resistenze. Maurizio Caprino sottolinea, ad esempio, che mentre gli addetti ai lavori sono consapevoli che solo i controlli automatici possono fare da deterrente a determinati comportamenti, l'opinione pubblica si richiama alla “sacralità” della contestazione immediata. Corpus normativo e humus culturale italiano, quindi, devono fare ancora molti passi avanti e, perché questo accada, occorre la concertazione sia fra pubblico e privato, sia all'interno delle amministrazioni pubbliche.
Nessun voto

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno