Semplificazione verso le imprese: una esperienza di network

Il recepimento entro il 2009 della direttiva per la libera circolazione dei Servizi deve essere lo spunto per una riflessione sulla centralità del ruolo svolto dalle amministrazioni comunali attraverso lo Sportello Unico per le Attività Produttive. Ruolo che la Regione Emilia Romagna ha fin dall'istituzione di tale istituto promosso e supportato anche con la creazione della rete degli Sportelli Unici sul territorio regionale quale luogo di confronto e scambio degli operatori del settore. Rete che in Emilia Romagna è stata costruita attraverso il dialogo costante e continuo con Comuni e Provincie e operando in maniera integrata e sinergica con i diversi organismi coinvolti nel processo autorizzatorio. L'autonomia che contraddistingue l'attività di ogni Sportello Unico ha portato allo sviluppo di modelli - organizzativi originali sul territorio. Inoltre la presenza di diversi distretti produttivi nel territorio ha fatto sì che alcuni Sportelli si siano specializzati in un particolare settore, accumulando un grande patrimonio di competenze specifiche. Tale esperienza risulta altamente significativa nel valorizzare ulteriormente il ruolo degli Sportelli Unici sul territorio come cardini dell'attività di riforma dei rapporti con il mondo produttivo, al fine di ripensare alle modalità di erogazione dei servizi ai cittadini e imprese e al fine di consolidare la rete degli Sportelli Unici già esistente sul territorio.
Your rating: Nessuno Average: 0 (1 vote)

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno