Ripensare e rivitalizzare gli organismi di Pari Opportuniità

Constatando che l’Unione Europea ha dichiarato lotta aperta ad ogni tipo di discriminazione, Francesca Bagni Cipriani riflette sulla necessità di dare nuova identità e nuova linfa alle iniziative e agli organismi che lavorano specificatamente per la parità di genere. Definendo l’attuale quadro normativo come favorevole ad una intensificazione degli sforzi sul territorio, sottolinea la necessità di cooperazione e sinergia, puntando a fare della parità di genere un elemento di mainstreaming in tutte le politiche. Tra gli elementi di criticità cita l’approccio comunitario alla questione ancora eccessivamente economicista; tra le opportunità l’evoluzione culturale e sociale.

Nessun voto

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno