Nuovi civismi, reti e connettori per una democrazia aumentata

Con l’esplosione dei mezzi di comunicazione digitali ognuno ha un “potenziale civico” che può influenzare sfera pubblica e governo, scavalcando i rigidi schemi dell’attuale democrazia rappresentativa, che purtroppo sta vivendo un periodo di crisi e sofferenza.

Nuove pratiche di interazione con la vita amministrativa, sia a livello locale che nazionale, stanno dimostrando come trasparenza, partecipazione e accountability possono essere rimodellati attraverso nuovi approcci resi possibili da strumenti digitali: la co-scrittura e la co-proposta di leggi, o addirittura di una Costituzione, come suggerisce il caso Islandese; la trasparenza sociale resa possibile da applicazioni di crowdsourcing che permettono una segnalazione condivisa di casi di frode, corruzione o voto falsato; la migliore accountability di governi e rappresentanti grazie a open data o segnalazioni provenienti da cittadini.

Tutte queste novità richiedono una concentrazione maggiore su come si promuovono e si potenziano questi civismi in favore di un miglioramento nella percezione e nella sostanza del sofferente esercizio della democrazia.

 

Nessun voto

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Anteprima

La registrazione dell'intervento da www.innovatv.it

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno