Misurare per semplificare: il punto di vista delle Regioni e degli enti locali

Si è discusso di semplificazione e misurazione per materie di competenza statale, ma per essere efficace il processo deve investire le Regioni, ma anche i Comuni. Questi ultimi sono sulla frontiera in quanto sono il principale front-line verso le imprese soprattutto per procedimenti onerosi, ma anche perché sono dei front-runners. Il fatto che ci siano prestazioni così diverse tra amministrazioni comunali ci induce a ritenere che lo spazio per i comuni sia significativo, resta il fatto che il comune da un lato è soggetto e dall’altro oggetto di regolazione, come le imprese. I casi di successo si sono riscontrati laddove il tema della semplificazione è entrato in un’arena politica più ampia, quando i sindaci ne hanno fatto un loro obiettivo e le imprese, anche a livello locale, hanno avuto un atteggiamento di interesse e collaborazione. Cercando di ridare slancio al processo di semplificazione a livello comunale due sono gli aspetti su cui puntare: la programmazione e un meccanismo di valutazione esterna.

Nessun voto

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno