Mettere a sistema la valutazione dei servizi per garantire livelli qualitativi adeguati

L’Agenzia Nazionale dei Servizi Sanitari ha incentivato un progetto di verifica e di confronto tra le Regioni sul lavoro che hanno compiuto per la valutazione dei servizi. Il suo Direttore Aldo Ancona illustra alcuni risultati del lavoro che ha coinvolto 7 Regioni italiane e ne trae alcune conclusioni: quelli regionali sono metodi che fanno sistema perché sono fortemente ancorati alla componente professionale, tecnica, scientifica e politica ma si deve lavorare anche per sviluppare una valutazione del sistema nazionale, che si presenta ancora drammaticamente spaccato tra Nord e Sud.
Your rating: Nessuno Average: 3 (1 vote)

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno

Commenti

Testimonianza e ricerca personale su Sanità in salute mentale.

Mi fa piacere osservare la volontà ed azione in direzione di una valutazione di buone strutture e pratiche sanitarie.
Circa tre anni fa, come volontario in salute mentale, ho tentato di far nascere un movimento civile con fini analoghi (il progetto Responsabilità Interventi Salute Mentale - RISM): vorrei poter presentare alcune elaborazioni anche grafiche ricavate dai dati ISTAT degli ultimi anni su ambiti inerenti la salute mentale, che consentono anche una "mappatura" di possibili deficit o eccessi in attività. Ho inoltre a disposizione dati originali ricavati da database di sedi giurisdizionali, nonché catalogato l'evoluzione di casi concreti nei mesi sulla base del comportamento dei servizi sanitari (il loro "problem solving").
Se possibile cerco un interessamento per poter presentare casi più importanti.
Ringrazio vivamente ed anticipatamente!
Mirko G. Salotti - fondatore progetto RISM
email: salottimirko@email.it