L'infrastruttura geografica interregionale basata sulla conoscenza del territorio

Nel parlare di realizzazione dell’infrastruttura geografica interregionale non si può non fare riferimento alla Direttiva Europea sull’argomento (Direttiva 2007/2/CE - INSPIRE). Quali sono le sue caratteristiche e le finalità, e come possono essere declinati nel contesto della realtà italiana? Quali vantaggi consente un’infrastruttura geografica uniforme a livello nazionale? La direttiva prevede alcuni aspetti di misure di coordinamento all’interno degli stati, soprattutto in riferimento all’ambito di collaborazione interistituzionale, tra livello centrale e regioni. L’infrastruttura geografica non è ripiegata solo all’interno della PA, ma deve essere aperta all’esterno, sia per far conoscere situazioni di diritto sul territorio ma soprattutto per semplificare le pratiche amministrative di ampia diffusione e per non trascurare la possibilità di sviluppare un mercato di servizio a valore aggiunto, basato sulla conoscenza del territorio.

Nessun voto

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno