Libro digitale: il punto di vista degli editori

L’integrazione tra libro cartaceo e nuove tecnologie per la didattica nelle scuole è un processo condivisibile, secondo l’Associazione italiana editori. Viene però sollevato un problema: quali contenuti vanno su carta e quali on line? Jacomuzzi ricorda che, già 10 anni fa, gli editori avevano introdotto i CD-rom accanto ai libri di testi, ma questi strumenti nella maggior parte dei casi non hanno riscosso successo. Sarebbe un peccato se lo stesso accadesse per i contenuti on line. Spesso sono gli stessi insegnanti a opporre resistenza al cambiamento: basti pensare ai contenuti on line riservati ai docenti (ad esempio le guide didattiche) e al numero limitato di visite che fanno registrare. La maggior parte dei docenti vuole ricevere materiale cartaceo, non digitale. Questa frattura va sanata, altrimenti si rischia di produrre qualcosa perché imposto dall’alto, ma senza una reale utilità.

Your rating: Nessuno Average: 5 (1 vote)

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno