Le aree su cui insistere per migliorare l’amministrazione del sistema giudiziario anche attraverso l’uso delle tecnologie

Giulio Borsari come responsabile nazionale del processo civile telematico fa un bilancio dell’esperienza di questi anni. Dal suo punto di vista rileva che bisogna tener conto dei fattori tecnologici e della gestione della conoscenza. Le principali mancanze culturali e metodologiche che ravvisa nell’amministrazione della giustizia riguardano l’incapacità di trasmettere e condividere la conoscenza. Inoltre ritiene necessaria una logica di servizio sia per gli utenti esterni che interni all’organizzazione. Un altro aspetto su cui suggerisce di insistere è la valorizzazione dei risultati raggiunti attraverso un’efficace comunicazione agli utenti finali.
Nessun voto

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno