La valutazione della formazione: SIVAFOR un'esperienza sul tema fatta dalla Ragioneria Generale dello Stato

La valutazione della formazione intesa come valutazione di risultati conseguiti dall’organizzazione di appartenenza e dai lavoratori che ad essa hanno partecipato è oggi poco praticata in Italia, soprattutto nel pubblico impiego. In questo contesto, Rouvery delinea tre gradi di valutazione della formazione – di gradimento, di apprendimento e di impatto – da effettuare con lo scopo di analizzare l’innovazione su comportamenti e cultura, gli esiti e l’efficacia di metodologie formative ed i cambiamenti di comportamento in ruoli ad elevata potenzialità e complessa riproducibilità relativi al cambiamento indotto dall’azione formativa.
Nessun voto

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno