La PA vista da chi la dirige

Nel nostro Paese esiste un problema, molto sentito, di selezione della classe dirigente. Sia nello spoil system che nel reclutamento esterno a contratto, si è assistito a situazioni di non-buona amministrazione. Dai risultati del rapporto annuale di Promo PA sembra che nella dirigenza pubblica ci sia una sorta di maggioranza silenziosa che ha dei valori che non riesce ad esprimere: quali sono le ragioni? C’è una carenza di capacità della struttura tecnica del Paese, della burocrazia, di imporsi di fronte alla politica. Una delle soluzioni possibili è proprio quella di sviluppare una consapevolezza nella dirigenza pubblica, sul significato di civil servant e di rispondere principalmente ai cittadini nell’espletamento delle proprie funzioni, iniziando a lavorare sulla formazione e sul reclutamento. La diffusione di questo senso di identità nei valori, può aiutare molto.

Nessun voto

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno