La nuova comunicazione interna. Reti, comunità e narrazioni per superare il modello trasmissivo

Che cosa significa oggi fare comunicazione interna? La comunicazione tradizionale è di tipo trasmissivo: l’idea di fondo è quella di trasmettere qualcosa (dati, notizie, strategie, valori), far arrivare dall’alto verso il basso informazioni in maniera non deformata. Questo modello, però, si rivela perdente, poiché non tiene conto dei reali processi che avvengono all’interno di qualunque luogo di lavoro, dove un ruolo fondamentale è svolto da elementi quali narrazioni, metafore, reti e comunità di pratica. Accanto alla comunicazione ufficiale, insomma, esiste una comunicazione diffusa e informale, che entra nei processi produttivi e si confonde con essi. Non ci sono dipendenti che subiscono passivamente il processo di comunicazione, ma soggetti consapevoli e attivi. Il comunicatore deve accettare questa nuova sfida, uscendo dal ghetto in cui l’ha piazzata un’idea trasmissiva che la rende inefficace e inutile.

Nessun voto

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno