La gestione del bando della Provincia di Roma per l'attivazione della raccolta domiciliare dei rifiuti urbani

Claudio Vesselli sottolinea come, alla base del nuovo processo di raccolta differenziata della Provincia di Roma, vi sia una forte motivazione sia al livello politico che livello amministrativo: la scommessa è che i rifiuti, da problema ambientale si trasformino in una risorsa economica ed occupazionale per il territorio. In questa ottica è stato predisposto un bando per l'attivazione della raccolta domiciliare dei rifiuti urbani. All’iniziativa hanno aderito al bando 115 Comuni, per un numero di circa 1.100.000 abitanti. La Provincia si è occupata di supportare i Comuni nell’impostazione tecnica ed economica dei progetti e, successivamente, di verificarne la conformità.

Nessun voto

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno