La complessità territoriale moderna esige una nuova governance

Il nostro "è un Paese creativo, ma non è un Paese ordinato". Inizia così il discorso del Presidente dell’Osservatorio Smart City di ANCI, Francesco Profumo. È necessario fare ordine e mettere a frutto le poche risorse che abbiamo a disposizione, perché: "Non ci saranno opportunità future di risorse incrementali". Recuperare risorse grazie a una maggiore efficienza e attraverso un utilizzo strategico di nuovi strumenti è più che mai importante. Gli attuali modelli organizzativi nascono da quello napoleonico, sono modelli verticalizzati che hanno avuto una loro storia e importanza, ma che oggi non reggono più. Siamo chiamati a gestire la complessità di realtà territoriali sempre più articolate. "Dobbiamo disegnare una strategia di governance che sia in grado di gestire sistemi così complessi". I dati, proprio in quest’ottica, sono strumenti essenziali e preziosi per pianificare ma anche gestire con responsabilità, definendo strategie e priorità  per lo sviluppo dei territori. "Il Paese ha bisogno di un cambiamento non lineare, ma esponenziale" e per questo il vero tema da affrontare è quello della formazione. È necessario colmare un grave ritardo: puntare su una formazione in modalità non tradizionale sarà un elemento imprescindibile per la modernizzazione del Paese.

Nessun voto

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

La registrazione dell'intervento da www.innovatv.it

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno