L’innovazione tecnologica cambia la scuola

Rossella Schietroma, Direzione Generale per gli Studi e la Programmazione e per i Sistemi Informativi del MIUR, percorre le tappe significative dell’intervento del Ministero in materia di innovazione tecnologica, evidenziando tre diverse generazioni: 1985-2000 periodo in cui l’azione del Ministero è stata quella di avvicinare i docenti e gli insegnati all’uso del computer; la generazione 2000, in cui si è assistito all’esplosione della rete e, infine, la generazione 2007 in cui emerge una frattura tra generazioni, tra coloro che vengono definiti digital natives – portatori di nuovi linguaggi-, digital disconnect e immigrati digitali. Consapevole di questa frattura, il Ministero propone due progetti per ristabilire e favorire il dialogo tra generazioni: il progetto LIM, ossia la diffusione della Lavagna Interattiva Multimediale nelle classi, e il progetto CL@ssi 2.0, con lo scopo di ricreare degli ambienti di apprendimento dotati di mezzi tecnologici che gli studenti usano quotidianamente nelle loro case. La sfida Classi 2.0 è quella di riuscire ad integrare la formazione formale con la formazione informale.

Your rating: Nessuno Average: 5 (1 vote)

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno