L’informativa ed il termine per proporre ricorso: l’inefficacia del contratto, la tutela in forza specifica e per equivalente

Il decreto legislativo 53/2010 deve essere inteso come il tentativo del legislatore di normare la buona fede nei rapporti contrattuali. Questa necessità nasce da casi in cui le amministrazioni, in sede di stipula del contratto, non sono state in grado di rispettare i termini di stipula accelerandoli o prolungandoli, recando di fatto una distorsione del mercato e un danno all’interesse pubblico. L’intervento del legislatore si pone come volontà di chiarire, e quindi di  abolire possibili dubbi sulle modalità di gestione dei rapporti contrattuali, prevedendo specifiche procedure da seguire, termini da rispettare e le relative responsabilità a carico dell’amministrazione e del responsabile di procedimento. Giovanni Ruta descrive in modo approfondito il principio di informazione, il potere di autotutela dell’amministrazione e la procedura di ricorso, ragionando sulle motivazioni di fondo dei termini di scadenza indicati dal legislatore.

Nessun voto

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno