Intervento di Eleoonora Andreatta

La RAI ha scelto di ripercorrere una particolare attenzione al periodo che corre tra gli anni 50 e 60, fondamentali per un Paese che usciva dalla Guerra per pensare alla rinascita. Le storie di Mattei, Olivetti e oggi il maestro Manzi. La strada dritta è nell’alveo di questo pensiero, a 50 anni di distanza come per la nascita del SAIE. Non come operazioni di nostalgia, perché non erano anni facili, di grandi energie e di crescita economica ma ostacoli complessi. Il grande spostamento dai tempi odierni è che se oggi abbiamo grande velocità di confrontarci con la realtà, abbiamo anche un modo di guardare estremamente legato al momento. Allora si guardava al futuro, a quello dei figli e dei nipoti. Volevamo quindi restituire un deposito di energie per il presente, fatta di eroi diversi dal solito.

Nessun voto

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

La registrazione dell'intervento da www.innovatv.it

Nello stesso convegno