Intervento al convegno Eg.09 InnovaScuola ed il Premio “A scuola di innovazione”

Il premio “A scuola di innovazione”, giunto alla sua seconda edizione, nasce da un'attività congiunta che il Dipartimento per la pubblica amministrazione e l'innovazione porta avanti dal 2005-6 con il ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca, allo scopo di rendere più innovativo il mondo della scuola. Così spiega Renzo Turatto, aprendo il convegno, aggiungendo che si tratta di una collaborazione che si svolge lungo tre linee di attività.

In primo luogo la gestione amministrativa, con l'implementazione di processo di informatizzazione dei servizi già avviato, attraverso: introduzione della PEC (ora in uso dall'80% delle scuole); distribuzione delle firme digitali; avvio in forma digitale di procedure ufficiali nella gestione ordinaria delle scuole, come la chiamata dei supplenti per brevi periodi.

In secondo luogo la comunicazione tra scuola e famiglia: obiettivo delle ultime settimane  quello di far conoscere a scuole e famiglie l'esistenza di Scuola Mia. Si tratta della piattaforma istituita da un anno per la creazione di canali di comunicazione diversificati, come la gestione delle assenze e delle pagelle: al momento sono iscritte metà delle scuole.

Terzo, infine, la didattica, il filone in cui si inserisce il premio. Dopo i numerosi investimenti degli ultimi anni da parte del ministro Gelmini, soprattutto per l'innovazione della struttura, il Dipartimento per la PA ha ora creato una piattaforma di contenuti - chiamata Innovascuola - contenente 1400 oggetti da usare per fare didattica. E' infine partita l'operazione wifi nelle scuole,  per cui sono già stati distribuiti 750 kit.

Nessun voto

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno