Il punto di vista dei giovani

I tempi dell’evoluzione di Internet e del Web corrono veloci: si parla già di Web 3.0. Ma cosa è successo in questi ultimi tre anni? Dopo un breve excursus storico sul Web 2.0, la studentessa Cecilia Dominici arriva a porsi un quesito cruciale sui suoi reali rischi e opportunità: è l’innovazione che è troppo veloce o l’integrazione che è troppo lenta? La P.A. ha tentato di integrare applicazioni Web 2.0 ma si è scontrata con le diffidenze e la scarsa informatizzazione dei suoi utenti; l’Università ha a sua disposizione il target ideale per applicare la logica Web 2.0, quello degli “innovatori” giovani e informatizzati, ma si è lasciata sfuggire questa occasione. Dunque, l’informatizzazione degli utenti meno coinvolti e dei processi amministrativi è ancora troppo lenta. Un rischio concreto è quello di un digital divide che si allarga, lasciando una fetta della popolazione al di fuori delle logiche innovative.

Nessun voto

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno