Il Pomos: Ventotene un’isola ad impatto zero

Il Pomos è il polo per mobilità sostenibile, un centro di ricerca nato con il finanziamento della regione Lazio in collaborazione con il dipartimento InfoCom, della Facoltà d’Ingegneria dell’ Università la Sapienza di Roma.

Lo scopo principale del centro è la ricerca perché solo con essa si riescono a dare risposte concrete, il centro pone molta attenzione nell’attrarre giovani ricercatori e nell’allacciare rapporti con il mondo industriale, infatti molti contatti con le aziende sono poi diventati accordi quadro.

“Ventotene ad emissioni zero” è uno dei progetti territoriali che il centro sta portando avanti, ovviamente l’isola è un format dove studiare per replicare altrove l’esperienza. Delicatezza e rispetto sono due termini da tenere presenti quando ci si approccia ad un territorio. Il progetto si compone di due fasi sperimentali: la prima prevedeva di portare sull’isola la flottiglia dei veicoli a impatto zero come base permanente, mentre gli altri verranno portati di volta in volta per la sperimentazione. La seconda è la costruzione delle infrastrutture che riguardano il sistema di mobilità, sono state costruite quindi le stazioni di ricarica e in seguito adeguate ai sistemi energetici dell’isola. È stata pensata anche tutta la parte telematica che serve al monitoraggio della flotta, per questo è stata dotata tutta l’isola della rete WiFi. Altri  aspetti curati con attenzione sono stati la formazione, far conoscere e capire il perché sia stata dotata l’isola di queste strutture e come devono queste debbano venire utilizzate. La formazione e stata curata insieme ai partener che si sono impegnati a formare nuove giovani maestranze per la manutenzione di questi veicoli ibridi, la manutenzione degli impianti è infatti un altro aspetto molto curato per riparare direttamente i veicoli ad impatto zero sull’isola ed evitare che le riparazioni vengano fatte in altri luoghi.

Nessun voto

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno