Il Libro Unico del Lavoro in Poste Italiane Dalla conservazione sostitutiva dei cedolini paga allo sviluppo di nuovi servizi per i dipendenti

Il decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito dalla legge 6 agosto 2008, n. 133 ha introdotto in sostituzione dei tradizionali libri matricola, paga e presenze, il Libro Unico del Lavoro e ne ha regolamentato l’obbligo di conservazione. In tale contesto, si inserisce il progetto che Postecom ha realizzato per la divisione HRO di Poste Italiane: la conservazione sostitutiva a norma del Libro Unico del Lavoro. Partito nel gennaio 2009, il progetto prevede la conservazione di cedolini e cartellini orologio di dipendenti e dirigenti di Poste Italiane e di 10 aziende del gruppo per un totale, a oggi, di circa 9 milioni documenti conservati. Durante l’incontro saranno analizzati i criteri di sviluppo del progetto, i dati dimensionali e le soluzioni tecniche. Verrà inoltre posto l'accento sui vantaggi ottenuti dalla sua implementazione: dal risparmio conseguente ad una gestione più efficiente allo sviluppo di nuovi servizi per i dipendenti (cedolino online).

Nessun voto

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno

  • Il Libro Unico del Lavoro in Poste Italiane Dalla conservazione sostitutiva dei cedolini paga allo sviluppo di nuovi servizi per i dipendenti