Il know how dell’Antitrust per le imprese confiscate alle mafie

Luigi Fiorentino incentra il suo contributo sulla necessità di condizioni che rendano più virtuosi i meccanismi di appalto: proporzione tra bandi e requisiti rispetto agli obbiettivi, trasparenza del sottosoglia, tutela del know how interno alle P.A., protagonismo delle associazioni imprenditoriali, ridimensionamento dell’in house, vigilanza sull’istituto dell’avvalimento e snellimento delle procedure nei rapporti tra i livelli istituzionali. In questo contesto il sostegno alle imprese sequestrate alla criminalità non deve discriminare le aziende che già operano sul territorio, per questa ragione Fiorentino suggerisce di portare avanti il lavoro in tale direzione sul piano gestionale degli Enti Locali piuttosto che normativamente.
Nessun voto

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno