Il ciclo di vita del software. Strumenti e procedure per migliorare la sicurezza

Il tema della sicurezza per Postecom è fondamentale, sostiene Roberto Ugolini, in quanto la società si occupa dello sviluppo di software e servizi, soprattutto online, per Poste Italiane e per il mercato. Postecom è quindi responsabile di quanto appare sul sito delle Poste, cui sono registrati circa 2 milioni e 300 mila utenti e, di questi, circa 600 mila sono correntisti Bancoposta che operano online. In un’ottica di miglioramento della sicurezza si colloca, appunto, il processo di sviluppo sicuro del codice (SDLC).
Nessun voto

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno